Banner Top
Banner Top

WWF: uno sversamento tra Abruzzo e Molise c’è stato

È il WWF a gettare ombra su quanto accaduto nei giorni scorsi attraverso le parole del presidente regionale Luciano Di Tizio, secondo il quale le immagini raccolte nel solo pomeriggio di ieri dimostrano una situazione inequivocabile: il numero di gabbiani osservato e fotografato nel corso di una sola ora lungo le spiagge di San Salvo in condizioni pietose è almeno di una decina di unità diverse e testimonia come nei giorni scorsi vi sia stato davvero uno sversamento di greggio nel mare Adriatico ed in particolare dinanzi le coste abruzzesi-molisane.

I volontari del WWF continueranno il monitoraggio dell’area almeno fino a domenica per poi consegnare il  materiale raccolto alla Procura di Larino che ha aperto un fascicolo d’inchiesta sulla vicenda, sulla quale l’organizzazione ambientalista chiede approfondite valutazioni da parte di tutti gli organismi competenti, dopo le “rassicurazioni” da parte della Edison giunte a poche ore dall’allarme.

Ad andarci giù pesante è anche Augusto De Sanctis, presidente della Stazione Ornitologica Abruzzese, il quale ha dichiarato: “Tali rassicurazioni sono state smentite grazie al monitoraggio assicurato da volontari. La autorità dovranno risalire alle cause ma in ogni caso petrolio in mare con danni alla fauna vi è stato e ciò conferma i rischi della deriva petrolifera nell’Adriatico”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts