Zona Economica Speciale

Tre associazioni sulla Zes: “Rischio ambientale alto”

PROPOSTE_ZES_VASTO

“Nell’istituzione della Zes non va sottovalutato il rischio ambientale che, ovviamente, non è irrilevante”. Porta Nuova, Italia Nostra e Vasto Libera invitano alla riflessione prima di dare vita alla zona economica speciale e chiedono al sindaco Francesco Menna e all’assessore all’ambiente Paola Cianci di convocare a breve il Tavolo per l’ambiente.

Le tre associazioni tornano alla carica dopo la dura presa di posizione di Confindustria  che ha criticato la riduzione della perimetrazione da parte della Regione, la quale non ha tenuto conto della proposta formulata dall’amministrazione comunale vastese, ridimensionando drasticamente la zona economica speciale, passata da 244 ettari dell’agglomerato industriale di Punta Penna agli attuali 54 ettari.

“Ricordiamo che la fascia litoranea tra Vasto e Ortona è interessata dalla perimetrazione del Parco Nazionale della Costa Teatina, al quale quasi tutti i politici, a parole, si dicono favorevoli”, ricordano Michele Celenza (Porta Nuova), Davide Aquilano (Italia Nostra) e Carlo Centorami (Vasto Libera), “gli stessi hanno anche sostenuto (senza conoscerle, perché sono state definite pochi giorni fa) che le semplificazioni procedurali previste dalla legislazione nazionale per le aree Zes, nonché quelle ancora da definire, in programma da parte della Regione, sono compatibili con un Parco Nazionale. A Vasto, poi, una riserva naturale, quella di Punta Aderci, esiste già; e considerato che la perimetrazione della Zes comprende comunque l’intera area industriale, sebbene non ampliata, pare più che giustificato il timore di replicare, con un’intensità ancora maggiore, i conflitti che abbiamo attraversato negli ultimi anni. La nostra proposta è di pensarci prima”.

Tenuto conto che il piano di assetto naturalistico della Riserva è in fase di revisione, i responsabili delle tre associazioni cittadine chiedono al sindaco Menna, e all’assessore Cianci, di convocare a breve su questo tema una sessione del Tavolo per l’Ambiente.               

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Notizie correlate

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *