Banner Top
Banner Top

Zinni, oggi l’incarico per l’autopsia

La Procura di Vasto ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio stradale e disposto l’autopsia sul corpo di Luca Zinni, l’operaio di Casalbordino che oggi avrebbe compiuto 30 anni. Il giovane è morto il 19 giugno in uno scontro frontale sulla ss16 alla Marina fra la sua moto Suzuki 850 e un furgone Fiat Doblò guidato da un operaio foggiano.

Questa mattina il sostituto procuratore della repubblica della procura presso il tribunale di Vasto, Silvia Di Nunzio, affiderà la perizia medico legale sul corpo della vittima all’anatomo patologo, Pietro Falco. La procura ha nominato anche il perito che si occuperà di visionare i due mezzi incidentati per la ricostruzione della dinamica: è l’ingegnere Marco Colagrossi. Al dottor Luigi Nuzzo invece è stata affidata la ricostruzione della dinamica , un passaggio delicato e fondamentale per stabilire le cause che hanno determinato la morte del povero Luca

La mamma e il fratello di Luca Zinni si sono affidati agli avvocati Antonello Cerella e Rosalba Maselli. L’avvocato Angelica Argentieri  assiste il conducente del furgone Fiat Doblò che si è scontrato con la moto Suzuki 850 guidata da Zinni.

 

 

 

 

 

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.