Banner Top
Banner Top

Sospeso lo stato di agitazione per i lavoratori impegnati nel servizio di facchinaggio dellal ASL02

Sospeso lo stato di agitazione per i lavortaori impegnati nel servizio di facchinaggio dellal Asl 02 Lanciano Vasto Chieti. La decisione è arrivata al termine della riunione tenutasi questa mattina nella prefettura di Chieti alla presenza, tra gli altri, del capo di gabinetto Martina Iurescia, del direttore amministrativo della asl 02 Giampaolo Grippa, dei rappresentanti delle azienda Dussmann e Auriga, oltrechè delle rappresentanze sindacali della Filcams Cgil Chieti .

Un confronto costruttivo dal quale è emersa la volontà di tutti gli attori di affrontare nel merito il tema della riorganizzazione del servizio di facchinaggio.

Come più volte denunciato dalla Filcams Cgil Chieti il taglio paventato rischia di causare la perdita di posti di lavoro per gli addetti interessati che svolgono da oltre 20 anni servizi essenziali per il funzionamento della macchina sanitaria.

Le aziende si sono dunque impegnate a formulare una proposta scritta di riorganizzazione del servizio anche sulla base di una disponibilità manifestata dalla Asl di rivedere alcuni aspetti.

La Filcams Cgil Chieti continuerà a vigilare la situazione senza escludere, qualora necessario, la ripresa di tutte le forme di protesta consentite dalla legge .

Nessuno deve rimanere indietro, la professionalità dei lavoratori degli appalti non può diventare di serie b ed essere cestinata con un tratto di penna, ne va delle persone e del servizi pubblici essenziali per la salute dei cittadini.

CGIL Chieti

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.