Banner Top
Banner Top

Ricorso Oasi, il Comune ora corregge il tiro

Il Tar si riserva di decidere se concedere o meno la sospensiva ed il Comune produce in extremis una delibera di consiglio comunale che modifica la composizione del Comitato di gestione della riserva di Punta Aderci portando a cinque il numero dei componenti. E’ stata discussa ieri a Pescara la prima udienza  del ricorso presentato dall’associazione Oasi, che ritenendo “illegittima” la nomina della rappresentante dei proprietari terrieri, Roberta Presenza, ha chiesto ai giudici di annullare la delibera.

Il sodalizio, che raggruppa gli operatori portuali ed industriali, ha impugnato  il provvedimento dopo aver chiesto in precedenza l’annullamento in autotutela della delibera con cui veniva sostituito il rappresentante dimissionario dell’Arta (agenzia regionale per l’ambiente) con Roberta Presenza del Comitato “Terre di Punta Aderci” che raggruppa i proprietari terrieri.

Venerdì il Comune, che si è costituito in giudizio, ha depositato una delibera di consiglio del 14 settembre con cui l’assise civica ha ratificato una delibera di giunta dello scorso mese di aprile relativa proprio alla composizione del Comitato di gestione, circostanza che è stata oggetto di censura da parte del legale di Oasi, avvocato Giacomo Cerullo, che ha eccepito il tardivo deposito. Prima di inoltrare ricorso al Tar il sodalizio aveva chiesto l’annullamento in autotutela della delibera di giunta.

Le contestazioni vertono in particolare sulla sostituzione di un ente pubblico, cioè l’Arta, con un soggetto di natura privatistica (il Comitato dei proprietari terrieri), con una delibera di giunta e non con un atto del consiglio comunale, organo che ha competenza sulle scelte strategiche in materia di indirizzo politico-amministrativo.

Altro motivo di contestazione “è aver omesso la pubblicazione di un idoneo avviso pubblico finalizzato ad accogliere le manifestazioni di interesse di altre associazioni o di operatori della zona, che avrebbero potuto comunicare la loro disponibilità  a far parte del Comitato di gestione della riserva qualora fossero state messe a conoscenza della scelta strategica operata dal Comune di Vasto”.

Nel ricorso viene rimarcato che Oasi un anno fa, in seguito alle dimissioni rassegnate dal geometra Filippo Menna (successivamente sostituito con l’avvocato Mancini), aveva manifestato il suo interesse a far parte del Comitato di gestione.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.