Banner Top
Banner Top

Si ustionò in barca: Di Federico migliora, ora è cosciente

Dopo tre mesi e mezzo di terapie intensive e delicati interventi, Alessio Di Federico, il 43enne di Pescara titolare di negozio di infissi, residente a Villalfonsina, ustionato l’11 giugno a Casalbordino da una fiammata prodotta dal motore del fuoribordo che stava manovrando, è tornato in Abruzzo.

Dopo un primo ricovero all’ospedale San Pio di Vasto, Di Federico è stato trasferito nella clinica privata Villa Pini. Il diportista è cosciente. Le cure saranno ancora lunghe ma l’uomo, che ha superato le fasi più critiche, ora potrà raccontare personalmente agli investigatori cosa è successo.

Di Federico ha riportato ustioni sull’80% del corpo. Il 13 giugno venne trasferito a Pisa con un Falcon 900 dell’Aeronautica Militare.

“Era in pericolo di vita e aveva necessità di essere trasferito con estrema urgenza presso il Centro grandi ustioni di Pisa”, ricorda il legale nominato dalla famiglia, l’ avvocato Giuseppe La Rana.

Sull’incidente la Procura di Vasto decise di aprire un’inchiesta. Al momento non risultano esserci indagati. La Capitaneria di porto ha indagato sulla manutenzione della barca e sulle sue condizioni nel momento in cui il diportista è salito a bordo insieme ad un amico.

E’ soprattutto il volto ad avere subito ustioni gravi. Per più di tre mesi ha vissuto in coma indotto in un ambiente asettico. I medici non hanno concesso neppure al legale di avvicinarlo. Nei prossimi giorni l’avvocato La Rana raggiungerà il suo cliente per ascoltare il suo racconto e decidere il da farsi.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.