Banner Top
Banner Top

Due gli indagati per la morte di Daniel Dragomir

Sono due gli indagati per la morte di Daniel Dragomir, il 57enne morto domenica nella struttura turistica di Punta Penna dove lavorava. Omicidio colposo sul luogo di lavoro è l’ipotesi di reato formulata dalla Procura di Vasto. Come atto dovuto la Procura ha indagato per il momento i due titolari del villaggio turistico, F.M e L.M.

Sarà comunque l’autopsia a rivelare le cause dell’incidente mortale di Dragomir. La perizia del medico legale, il professore Christian D’Ovidio, stabilirà se prima dell’incidente, e a prescindere dalle profonde lesioni craniche, il cuore della vittima possa essersi fermato a causa di un malore, o se un’altra patologia gli abbia fatto perdere i sensi.

Le parti offese (la moglie e il figlio della vittima), rappresentate dall’avvocato Luigi Masciulli, è probabile che nominino un loro perito che assisterà all’esame necrologico, così come pure i due indagati.

Solo al termine di tutti gli accertamenti si potranno tenere i funerali del 57enne che si svolgeranno nella chiesa ortodossa di Santa Maria di Costantinopoli nel quartiere di San Michele.

Proseguono intanto gli accertamenti anche sulla Golf car finita contro una catasta di materiale dopo un tratto in discesa. Una telecamera del villaggio turistico avrebbe ripreso la scena e mostrato l’auto che scendeva a forte velocità.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.