Banner Top
Banner Top

Alberi da tagliare a Vasto, il caso in commissione

E’ andato in scena in Commissione di vigilanza il tentativo di salvataggio degli 85 pioppi presenti nella riserva naturale “Marina di Vasto”, adiacenti la pista ciclopedonale che collega Vasto con San Salvo.L’organismo consiliare, presieduto da Vincenzo Suriani, si è riunito per procedere alle audizioni del forestale del Comune Francesco Marsico e di alcuni rappresentanti delle associazioni cittadine,  Nicola Salvatorelli (Arci) e Nicholas Tomeo (Forum civico ecologista).

Questi ultimi hanno chiesto, insieme ad alcuni consiglieri di minoranza, fra cui Maria Amato (La Buona Stagione),  di ricorrere alle analisi strumentali, anche a campione, per decidere quali sono gli alberi da abbattere e non limitarsi solo all’esame visivo che prende in considerazione solo alcuni parametri. E’ stato proprio Marsico, unitamente all’agronomo Nicola Zinni, ad effettuare un sopralluogo lungo l’area Sic (sito di interesse comunitario), giungendo alla conclusione che 85 pioppi dei 170 censiti, devono essere tagliati per garantire la sicurezza dei frequentatori della pista. Nella scelta delle piante da abbattere sono stati presi in considerazione  le condizioni statico-strutturali dei soggetti arborei interessati dagli interventi.

La Commissione di vigilanza ha anche discusso della messa a dimora di 100 alberelli donati da un privato rilevando che non è questo il periodo adatto per la piantumazione. Le piantine di acero, frassino, carrubo, leccio, paulonia, prunus e cercis sono state sistemate in corso Mazzini, via Alcide De Gasperi, via San Giovanni da Capestrano, via Nicola Bosco, via Tiberio Vescovo, nel parco della Chiesa di Santa Maria del Sabato Santo, via Conti Ricci, via Spataro e via San Rocco.

Sarà premura del Comune occuparsi delle piante, soprattutto in questo particolare periodo in cui sarà necessario bagnarle spesso”, sostiene l’assessore all’ambiente Gabriele Barisano che insieme al sindaco Francesco Menna  ritiene che “gli alberi rappresentano una preziosa risorsa nella lotta ai cambiamenti climatici. Piantare alberi in città riguarda anche la qualità di vita delle persone e dell’aria che si respira. Le piante e le zone verdi aiutano ad abbassare la temperatura dell’aria e nelle aree urbane sono eccellenti filtri di agenti inquinanti”.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.