Banner Top
Banner Top

Appello dei negozianti: “In estate strade curate e mercatini più belli”

Decoro urbano, miglioramento dell’illuminazione delle strade, rifacimento degli asfalti, isole pedonali e mercatini di qualità nel centro storico. Sono le richieste che le associazioni di categoria hanno avanzato all’amministrazione comunale nel corso di un recente incontro dedicato al commercio cittadino che ha visto riuniti intorno ad un tavolo l’assessore Anna Bosco, le organizzazioni maggiormente rappresentative del settore e i due Consorzi (Vasto in Centro e Vivere Vasto Marina).

Dopo due anni di pandemia, con le inevitabili ripercussioni sugli acquisti, il comparto si prepara alla ripartenza.

“Quando si parla di commercio si deve per forza parlare di questioni generali”, attacca Franco Menna, presidente provinciale della Confesercenti, “abbiamo fatto un tavolo sul commercio e ne vorremmo fare un altro dedicato al turismo, perché questi due settori devono camminare insieme. Cosa abbiamo chiesto noi di Confersercenti all’amministrazione comunale?. Decoro urbano, miglioramento dell’illuminazione delle strade, rifacimento degli asfalti, laddove i lavori per la fibra hanno creato qualche problema, e una migliore viabilità. Fondamentale è anche la rigenerazione urbana: se ci saranno risorse possiamo solo migliorare, in caso contrario dobbiamo fare di necessità virtù. L’assessore Bosco ha ascoltato le esigenze del territorio”.

Altro argomento di cui si è discusso è quello relativi ai mercatini nel centro storico.
Non vogliamo più vedere brutti mercatini, vorremmo che fossero di qualità, soprattutto quelli in piazza Rossetti”, aggiunge Menna, “l’amministrazione comunale si è impegnata in tal senso. Per quanto riguarda l’occupazione di suolo pubblico abbiamo chiesto delle agevolazioni. Il Comune ci ha detto che vuole optare per una soluzione pre Covid con tariffe al minimo e laddove fosse possibile concedere aumenti di superficie. E poi c’è il discorso delle isole pedonali. Noi come associazione chiediamo che l’amministrazione abbia una visione e ne crei il maggior numero possibile, dando così la possibilità di mettere tavoli all’aperto. Le attività ed il turismo non possono che beneficiarne”.

Com’è la situazione del commercio in città dopo due anni di pandemia?

Dire che la crisi del commercio è dipesa dal Covid è riduttivo”, risponde Menna, “ci sono molte componenti che vanno prese in considerazione. In ogni caso Vasto ha retto abbastanza”, sostiene il presidente provinciale della Confesercenti, “abbiamo un centro commerciale naturale molto valido e con una offerta commerciale notevole che ci invidiano, visto che vengono dal circondario a fare acquisti. Vengono soprattutto da Termoli e da Lanciano dove le piazze si sono svuotate. Il centro storico è sempre più un albergo diffuso, oltre che un centro commerciale naturale. Tutto questo va sostenuto con interventi sulla viabilità e sul decoro urbano”.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.