Banner Top
Banner Top

Alla Pilkington la ripartenza è lenta, orario ridotto per oltre 1.300 operai

Sono 1.350 i dipendenti della Pilkington di San Salvo che restano in solidarietà. Per loro le buste paga saranno decisamente più leggere. Come già annunciato, la Pilkington riprenderà la produzione lunedì ma non sarà una ripartenza a pieno regime. Le restanti linee riprenderanno forse la settimana successiva. Il condizionale è d’obbligo davanti ad una situazione sempre più incerta diventa difficile fare previsioni. Intanto alla Denso i lavoratori hanno incontrato il nuovo amministratore delegato ed è stata rinviata al 1 aprile ogni decisione sulla cassa integrazione straordinaria. Il manager dovrà affrontare non pochi problemi. La guerra in Ucraina ha aggravato una situazione già di per éè molto delicata a causa della crisi dell’automotive. I sindacati invocano l’intervento dei parlamentari del Vastese.

“Siamo sempre attenti e presenti – assicura il deputato del M5S, Carmela Grippa – per scongiurare danni irreparabili causati dalla crisi che coinvolge tutti, aziende, imprese ma anche cittadini. Ci adoperiamo e ci adopereremo  per dare il nostro supporto e trovare una soluzione”.

La frenata della Pilkington sta però già provocando i primi problemi nell’indotto. In merito è intervenuto il direttore di AssoVasto, Giuseppe La Rana che afferma: “A cascata ci saranno ripercussioni sulle aziende che lavorano per Pilkington e per le grandi industrie in difficoltà. Il rallentamento della produzione porterà a nuove forme di flessibilità. La preoccupazione è maggiore perchè la crisi è internazionale”.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.