Banner Top
Banner Top
Banner Top

Jova beach Party, la giunta crea un tavolo di esperti

Un tavolo tecnico con funzioni gestionali che funga da raccordo tra la giunta comunale, la Prefettura di Chieti e la società Trident, organizzatrice dell’evento. E’ questo lo strumento individuato dall’esecutivo municipale, guidato dal sindaco Francesco Menna, affinchè il Jova Beach 2022 si svolga in condizioni di sicurezza. Questa volta l’amministrazione non vuole lasciare nulla al caso e, memore delle criticità che nell’estate  2019 hanno impedito lo svolgimento del concerto sulla spiaggia di Vasto, ha varato la costituzione di un tavolo tecnico composto dai dirigenti e responsabili (o loro delegati) degli uffici commercio,  turismo, demanio, patrimonio, dalle forze dell’ordine locali, protezione civile e associazioni di volontariato che a loro volta potranno individuare funzionari e referenti in loro aggiunta o sostituzione. I componenti faranno riferimento ad un’unica figura, quella del  coordinatore, individuato nella persona dell’avvocato Alfonso Mercogliano, dipendente del Comune.

Il 19 e il 20 agosto la località adriatica ospiterà dunque il concerto sulla spiaggia di Jovanotti. E’ stato lo stesso cantautore toscano ad annunciarlo lo scorso mese di novembre, durante il collegamento in diretta streaming da Milano con le 12 località italiane interessate dal tour estivo. Per Vasto, unica tappa abruzzese del Jova beach party, è la seconda opportunità dopo l’annullamento del concerto nell’estate 2019 per “motivi di sicurezza” ed il suo trasferimento a Montesilvano dove Jovanotti si esibì il 7 settembre.

La novità dell’edizione 2022 è che le giornate di spettacolo saranno due e non una. Anche se la conferma ufficiale dell’evento c’è stata a novembre 2021, risale a luglio la nota che la società Trident ha inviato al Comune per richiedere la disponibilità  ad ospitare il Jova Beach 2022, sul litorale vastese e più precisamente tra il pontile ed il Lido Acapulco.

Il sindaco Menna provvedeva ad informare ufficialmente il prefetto Armando Forgione, chiedendo espressamente di poter verificare, congiuntamente, le condizioni di fattibilità dell’evento. L’alto funzionario, anche in seguito ad un sopralluogo, comunicava che “risultano sussistere le condizioni per lo svolgimento del concerto”, rappresentando tuttavia, la necessità di poter disporre di un documento illustrativo del relativo piano di sicurezza da sottoporre all’esame del Comitato provinciale. Il 4 novembre si è tenuta, presso la prefettura di Chieti, una riunione finalizzata a recepire  le indicazioni di massima del Prefetto, affinchè nell’ambito della progettazione dell’evento la società organizzatrice, con il supporto degli uffici comunali, superi ogni possibile criticità al fine di rendere l’evento realizzabile in totale sicurezza.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.