Banner Top
Banner Top
Banner Top

Trabocchi-ristoranti, ora cambia il regolamento

Correttivi per gli scarichi e revoca del divieto sull’utilizzo di fiamme libere o gas. Passano in Commissione le modifiche al regolamento sui Trabocchi-ristoranti suggerite dalla Asl, ma la possibilità  che in futuro si possa rimettere mano alla superficie delle piattaforme, che oggi non può superare i 130 metri quadrati, è ancora aperta.

L’acceso dibattito in corso  all’interno della maggioranza – dove ci sono posizioni prevalentemente contrarie all’ampliamento della superficie delle antiche macchine da pesca, ma anche favorevoli – si è spostato  nelle Commissioni Assetto ed utilizzo del territorio e Affari generali ed istituzionali che si sono riunite  martedì pomeriggio in seduta congiunta,  nella sala consiliare del Comune. A favore delle modifiche al regolamento, per quanto concerne gli scarichi e il divieto sull’utilizzo di fiamme libere, hanno votato i componenti della maggioranza,  mentre i consiglieri di opposizione si sono riservati di esprimere il proprio voto in aula e di presentare eventuali emendamenti.

Ci siamo riservati il voto in aula perché non c’è chiarezza sul modo di procedere dell’amministrazione”, attacca il consigliere comunale del centrodestra, Guido Giangiacomo, “quello che è emerso durante la riunione congiunta delle Commissioni è una certa fretta nel voler apportare le modifiche per consentire agli operatori di poter lavorare questa estate e di rinviare in un secondo tempo il discorso sull’ampliamento delle superfici dei Trabocchi.  Siamo assolutamente contrari a questo modo di procedere”.

Delle tre proposte di modifica avanzate dal Sian, il Servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione della Asl, sono state recepite al momento solo due: quella relativa agli scarichi e all’utilizzo di fiamme libere o gas di qualunque tipologia. Secondo il Sian si tratta di aspetti rilevanti che avrebbero potuto determinare importanti difficoltà nell’autorizzazione e nella gestione delle strutture.

La criticità relativa agli scarichi è stata superata, laddove  non è possibile l’allaccio alla rete fognaria, ricorrendo a “idonea fossa settica a tenuta stagna con smaltimento dei liquami da parte di ditta specializzata ed autorizzata o vasca imohoff certificata secondo le vigenti disposizioni di legge ”.

L’altra problematica sollevata dal Sian riguarda il sistema di cottura. Nel regolamento approvato dal consiglio comunale a giugno si vieta espressamente l’uso di “fiamme libere, nonché di gas di qualunque tipologia”, divieto che in seguito alle modifiche è stato rimosso. Resta aperta la questione relativa alle dimensioni del Trabocco-ristorante. Secondo il Sian occorre prevedere la possibilità di una maggiore superficie totale, ma su questo aspetto gran parte della maggioranza di centrosinistra è contraria. Mostrano invece apertura la lista Futuro e sviluppo per Vasto e Moderati per Vasto.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.