Banner Top
Banner Top

A Vasto un nuovo gruppo dirigente della Lega dopo la gestione del commissario

Superamento della fase commissariale e un nuovo gruppo dirigente. La Lega riparte dal risultato delle ultime elezioni amministrative per riorganizzare il partito e creare le basi per consolidare e ampliare il consenso. E’ con questo spirito che si è riunita l’altra sera, nella sede di via Spataro, l’assemblea dei dirigenti cittadini e dei componenti della lista, alla presenza del coordinatore regionale, deputato Luigi D’Eramo, del segretario provinciale Luigi Leonzio, della consigliera regionale, Sabrina Bocchino, dell’assessore regionale Nicola Campitelli, del commissario Vincenzo D’Incecco e del suo vice Angelo Paladino.
Dopo il risultato delle elezioni amministrative, le uscite dal partito e l’espulsione del consigliere regionale Manuele Marcovecchio, la Lega si sta riorganizzando.
“Siamo in una fase di consolidamento del risultato ottenuto alle elezioni amministrative”, spiega D’Eramo, “è un lavoro che stiamo facendo città per città, quindi anche a Vasto dove abbiamo voluto riunire i dirigenti cittadini e i componenti della lista perché vogliamo consolidare e ampliare il consenso che abbiamo ottenuto in una condizione di assoluta particolarità politica. E’ stata anche l’occasione per focalizzare 2-3 iniziative che porteremo in consiglio comunale fin dalle prossime sedute e che riguarderanno principalmente temi legati alle politiche sociali, alla sicurezza e a una serie di opere pubbliche. Per quanto riguarda il partito“, prosegue il coordinatore regionale, “così come avevo detto all’inizio della campagna elettorale, quando fu nominato commissario il capogruppo in regione D’Incecco, vogliamo superare la fase del commissariamento, servita per assicurare terzietà nella composizione della lista e per organizzare la campagna elettorale. Vasto avrà un segretario e un direttivo tutto espressione della comunità locale. Faremo i congressi cittadini in una logica di partecipazione e di confronto interno individuando la figura che rappresenterà la leadership per i nostri iscritti”.
D’Eramo non fa mistero che la Lega di Vasto, retrocessa a secondo partito della coalizione di centrodestra, subito dopo Fratelli d’Italia, sta vivendo un momento particolare. Ci sono state delle uscite – come quelle di Alessandra Cappa, Davide Alessandro, Giuseppe Tagliente e dell’ex coordinatore cittadino Arnaldo Tascione, oltre all’espulsione del consigliere regionale Manuele Marcovecchio “per aver assunto iniziative contrarie alle direttive della Lega per la scelta del candidato sindaco”.
“Le polemiche non ci interessano e non interessano ai cittadini. Noi restiamo centrali sulle cose da fare”, chiosa D’Eramo, “a Vasto abbiamo ottenuto il 6% all’interno di una coalizione che ha fatto una battaglia difficilissima in condizioni particolari, ma ora stiamo ricostruendo. E’ questo lo spirito che ci anima. Sono particolarmente soddisfatto del lavoro portato avanti dai nostri assessori e dai nostri consiglieri regionali. Non siamo affascinati dalle polemiche che sono il frutto dei giochi di Palazzo e alchimie da aula consiliare”.
Anna Bontempo (Il Centro) 
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.