Banner Top
Banner Top

Centro per l’impiego, proteste per gli accessi

Aumenta il numero dei cittadini in attesa di una occupazione. Un aumento legato anche al Covid-19. La nascita e la chiusura di tante attività obbliga i cittadini a munirsi di certificati e attestazioni. Cresce dunque l’utenza per il Centro per l’impiego. Ma in merito sale però anche la protesta.

“Purtroppo – denuncia una cittadina – è diventata un’impresa essere ricevuti e ottenere documenti. Mi rendo conto che la necessità di evitare contagi ha spinto responsabili dell’Ufficio a disporre entrate contingentate, ma chi ha bisogno di una certificazione o qualsiasi altro documento è giusto che venga ricevuto e ascoltato. Su prenotazione telefonica – continua la donna – ho preso appuntamento per avere dei documenti che servivano a me e ai miei figli, ma ho trovato mille difficoltà. E’ giusto che vengano prese precauzioni, ma seguendo le regole e sopratutto mostrando il green pass o i risultati del tampone non dovrebbero esserci così tanti problemi”.

La donna invita anche il sindaco Francesco Menna a farsi portavoce con l’amministrazione provinciale da cui dipende il Centro per l’impiego, delle esigenze di una utenza che ha attraversato e attraversa tuttora un periodo ben poco felice.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.