Banner Top
Banner Top

Fotografa la scheda elettorale dopo aver votato, denunciato

Fotografa la scheda elettorale dopo aver votato, ma il personale del seggio se ne accorge e viene denunciato. Dopo i due casi scoperti durante le elezioni del 3 e 4 ottobre, un nuovo episodio ha lunedì mattina  movimentato il seggio 5 dell’Istituto “Palizzi” di via dei Conti Ricci. Un uomo sulla cinquantina si è introdotto nella cabina e con lo smartphone ha scattato una foto alla scheda elettorale dopo aver votato, come prova, evidentemente, della preferenza accordata al candidato su cui è ricaduta la sua scelta.

Sfortunatamente per lui è stato scoperto: l’uomo è stato quindi denunciato all’autorità giudiziaria e la scheda è stata annullata. E’ in ordine cronologico il terzo episodio del genere avvenuto durante queste elezioni. Altri due casi erano successi durante il voto del primo turno. In  entrambi i casi è scattata la denuncia. La legge vieta di introdurre all’interno delle cabine elettorali telefoni cellulari o altre apparecchiature in grado di fotografare o registrare immagini.

Chiunque contravviene  a questo divieto è punito con l’arresto da tre a sei mesi e l’ammenda da 300 a 1000 euro. Ma se in questi casi ci sarà sicuramente un procedimento penale, per un altro episodio avvenuto al seggio 35 presso la scuola elementare di via Alcide De Gasperi, non è scattata neanche la denuncia, nonostante la testimonianza di una rappresentante di lista, Teresa Acquarola del movimento civico L’Arcobaleno. La donna ha raccontato  al Centro che un giovane elettore avrebbe iniziato ad inveire e a offendere il personale del seggio nel momento in cui gli è stato chiesto di non portare lo smartphone all’interno della cabina elettorale.

“Io non rinuncio a 50 euro a voto per colpa vostra”, avrebbe detto l’uomo che si è fatto restituire la tessera andando via di corsa.

La denuncia non è scattata perché, stando  a quanto riferito dalla rappresentante di lista,  non è stato possibile identificare l’elettore per fare chiarezza sull’episodio: in quel momento i poliziotti che presidiavano il seggio erano impegnati con un altro elettore che aveva fotografato la scheda dopo il voto.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.