Banner Top
Banner Top

Abusi ediliizi in via Primo Vere a Pescara, condannati in via definitiva i responsabili

Italia Nostra esprime la propria soddisfazione nell’apprendere che il lungo processo penale intentato contro i responsabili degli abusi edilizi nello storico quartiere della Pineta di Pescara, si è concluso presso la Suprema Corte di Cassazione, con la condanna degli imputati che dovranno ora provvedere all’abbattimento del manufatto abusivo realizzato in via Primo Vere, oltre che al pagamento di tutte le spese processuali. L’Associazione, impegnata da oltre 60 anni nella tutela del patrimonio storico-architettonico, che trova nella zona in cui sorgono le preziose ville d’epoca dannunziana la massima espressione della bellezza, costituitasi parte civile, insieme all’arch. Anita Boccuccia ed al Comitato Abruzzese del Paesaggio, ringrazia l’avv. Gerardo Mariano Rocco di Torrepadula del Foro di Napoli per aver impostato con rara maestria e competenza la denuncia delle illegalità in atto, ottenendo ampio riconoscimento alle ragioni esposte presso il massimo organo giudicante.

Nei diversi gradi di giudizio i rappresentanti locali delle Associazioni, sostenuti dai loro organismi nazionali, non hanno mai desistito dal perseguire l’accertamento delle responsabilità fino al raggiungimento dei risultati che costituiscono oggi un messaggio per quanti ritengono di poter violare impunemente le leggi, ma soprattutto distruggere con estrema disinvoltura ed a volte con la disattenzione o la negligenza delle Autorità preposte alla vigilanza, il patrimonio identitario della cittadinanza.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.