Banner Top
Banner Top
Banner Top

Niente dissequestro per la Esplodenti Sabino, il giudice lascia la fabbrica chiusa

Resta sotto sequestro la Esplodenti Sabino. Il giudice Fabrizio Pasquale, chiamato a pronunciarsi sul ricorso contro il sequestro probatorio chiesto dal procuratore Giampiero Di Florio, ha dichiarato inammissibile la richiesta dei legali dell’azienda. Sui cancelli della fabbrica di Casalbordino restano dunque i sigilli.

Nella polveriera il 21 dicembre 2020 morirono tre operai: Paolo Pepe, 45 anni di Pollutri, Nicola Colameo, 45 anni di Guilmi e Carlo Spinelli, 54 anni.

Due i filoni di indagine aperti: uno per la morte dei lavoratori e l’altro per presunti reati ambientali e amministrativi. Per il primo il procuratore capo Di Florio ha aperto un fascicolo e iscritto sul registro degli indagati titolari e funzionari della società che si occupa di smaltimento di materiale esplodente di varia origine, anche bellica, disponendo il sequestro dell’impianto. Da quasi sei mesi gli 80 dipendenti non lavorano.

La delicatezza delle indagini e la necessità di effettuare gli accertamenti rendono inammissibile anche il dissequestro parziale dell’area occupata dalla polveriera. Contestualmente è in atto il sequestro di natura ambientale chiesto il 22 marzo scorso dalla procura. L’azienda in questo caso è accusata “di aver stoccato, in assenza di titoli autorizzativi, rifiuti pericolosi e non pericolosi posti sul terreno all’interno di cisternette in più aree dello stabilimento, in assenza di idoneo bacino di contenimento atto ad impedire o contenere eventuali sversamenti in danno del suolo, sottosuolo e acque superficiali e sotterranee e per avere smaltito illecitamente attraverso operazioni di incenerimento rifiuti liquidi pericolosi, imballaggi panetti filtranti e scarti di lavorazione pericolosi costituiti da acque contaminate dalle miscele esplosive prodotte”.

L’azienda infine è stata autorizzata a mettere in sicurezza gli impianti e a ripristinare la situazione ambientale.

Paola Calvano

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.