Banner Top
Banner Top

Guida cinematografica per spettatori “domestici”: cosa vedere nel salotto di casa

 

Terza “puntata” della rubrica settimanale dedicata ai consigli sui film da guardare a casa propria, aspettando la riapertura dei cinema. I generi cinematografici di questa settimana sono: fantasy, horror e musical.

Fantasy: “Adèle e l’enigma del faraone” (“LesAventuresextraordinaires d’AdèleBlanc-Sec”), Francia 2010, regia di Luc Besson. Con Louise Bourgoin, Mathieu Amalric e Gilles Lellouche. Disponibile su Timvision.

Parigi 1911, la capitale francese è in preda al terrore a causa di uno pterodattilo, che “svolazza” libero nei cieli. Questo terribile “mostro alato” si è misteriosamente “risvegliato” dal suo stato di uovo-fossile. L’unica che può risolvere la situazione è la giovane e coraggiosa giornalista AdèleBlanc-Sec, che nel frattempo cercherà anche di sistemare alcune faccende personali e molto delicate.

Liberamente ispirato al primo e quarto volume dell’omonima serie a fumettiideata nel 1976 dall’autore francese Jacques Tardi, il film risulta essere molto appassionante e divertente, sia per un pubblico di piccoli che per uno “più grande”. Inoltre l’ambientazione nella Parigi della “Belle Èpoque” rende le strabilianti avventure della protagonista ancora più affascinanti.  Preparate i pop-corn!

Horror: “World War Z”, USA, Regno Unito e Malta 2013, regia di Marc Forster. Con Brad Pitt, Mireille Enos e Daniella Kertesz. Disponibile su Netflix e Timvision.

Gerry Lane è convinto di stare per trascorrere una giornata piacevole con la propria famiglia, invece si ritrova ad affrontare una crisi su scala globale. A causa di un’infezione, infatti, tutti gli esseri umani si stanno trasformando in mutanti simili a zombie. Gerry dovrà quindi fare di tutto per trarre in salvo sua moglie e le loro due figlie.

Basata sul romanzo horror del 2006 “World War Z. La guerra mondiale degli zombie” (“World War Z: An OralHistory of the Zombie War”) dello statunitense Max Brooks, la pellicola riesce alla perfezione a trasmettere diverse emozioni, dall’ansia all’empatia con i personaggi. Insomma un lungometraggio consigliato per chi ama il terrore.

Musical: “Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga” (“Eurovision Song Contest: The Story of Fire Saga”), USA 2020, regia di David Dobkin. Con Will Ferrell, RachelMcAdams e Pierce Brosnan. Disponibile su Netflix.

I giovani musicisti islandesi, nonché amici da sempre, Lars Erickssong e SigritEricksdóttirformano il duo musicale dei “Fire Saga” e fin da bambini sognano di vincere l’Eurovision Song Contest. Quando, contro ogni aspettativa e a causa di una serie di buffe coincidenze, riescono a qualificarsi alla competizione, i due dovranno affrontare non poche difficoltà, che metteranno a dura prova la loro determinazione e la loro stessa amicizia.

Film allegro e vivace, condito da un ottimo umorismo, che in alcune scene si può definire “surreale” e comicamente “no sense”. Le canzoni e le musiche davverobelle e trascinanti, poi, arricchiscono ancora di più l’opera. Visione rilassante e piacevolissima.

Cesare Vicoli

  • 1e7ab5c328f88de927609db11c88d8e5
  • eurovision_song_contest_the_story_of_fire_saga_jpg_400x0_crop_q85
  • locandina-2
  • World-War-Z-poster1

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.