Banner Top
Banner Top

San Salvo, detenuto agli arresti domiciliari percepisce indebitamente il reddito di cittadinanza

Nel corso di specifici servizi predisposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Chieti, tesi ad infrenare il recrudescente fenomeno dell’indebita percezione del Reddito di Cittadinanza, i Carabinieri della Stazione di San Salvo, nel corso dell’esecuzione di un provvedimento di revoca degli arresti domiciliari, eseguito nei confronti di un 32enne  della provincia di Benevento, domiciliato in San Salvo agli arresti domiciliari per i reati di associazione di tipo mafioso ed estorsione, hanno accertato che sia l’interessato che la madre, dal mese di novembre 2020, risultavano beneficiari, indebitamente, di reddito di cittadinanza dopo aver presentato dichiarazioni mendaci ai competenti uffici. 

Entrambi, oltre ad essere stati segnalati alla Direzione provinciale INPS di Benevento per l’immediata revoca del beneficio, sono stati anche denunciati alla competente Autorità Giudiziaria.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.