Banner Top
Banner Top

Ennesima aggressione ai poliziotti del penitenziario di Vasto

Questa segreteria locale è appena venuta a conoscenza dell’ennesimo episodio gravissimo di aggressione avutasi all’interno della 1° sezione della Casa Lavoro di Vasto nei confronti di due Assistenti Capo Coordinatore ed un Ispettore Capo con funzioni di Sorveglianza Generale.

In data odierna nel turno notturno uno dei due colleghi di pattuglia addetti alla sorveglianza dei tre piani detentivi sentiva una forte puzza di gas proveniente da una cella ove ubicato un internato di giovane età, non nuovo a questi episodi, il collega allarmato chiamava la Sorveglianza Generale che si recava sul posto assieme all’altro collega di pattuglia, gli stessi vista la gravità dell’episodio decidevano di aprire la cella per la salvaguardia della vita dello stesso internato e anche per procedere al sequestro della bomboletta di gas ( pochi mesi fà nel reparto sezione circondariale un detenuto veniva ritrovato privo di vita proprio per aver sniffato gas ), l’internato stesso probabilmente preso dalla adrenalina proprio per aver sniffato si scagliava contro tutti e tre gli agenti di Polizia Penitenziaria.

Dall’aggressione, anche con l’ausilio dello sgabello, un collega scivolando rimaneva a terra dolorante lo stesso verso le 03:30 veniva accompagnato con il 118 in ospedale a Vasto ove gli veniva riscontrato la rottura del collo del femore, il secondo invece si riparava con una mano per non essere colpito al volto dallo sgabello.

L’internato una volta vistato dalla locale infermeria veniva riaccompagnato e rinchiuso nella sua cella, il collega dolorante alla mano proseguiva il turno sorvegliando da solo tre piani detentivi, mentre l’ispettore di Sorveglianza Generale oltre a sorvegliare tutto il piano terra ( compito non previsto ) provvedeva a relazionare l’accaduto.

Questa segreteria locale sono anni che denuncia lo stato di abbandono del personale di Polizia Penitenziaria della Casa Lavoro di Vasto, il risultato è sotto gli occhi di tutti, chi esce di casa per andare a svolgere servizio in Istituto no sa se a fine turno rientra a casa o rientra non con le stesse condizioni psicofisiche iniziali. Si chiede a tutti gli organi di stampa la massima diffusione dell’ennesimo episodio gravissimo di aggressione nei confronti del personale di Polizia Penitenziaria della Casa Lavoro di Vasto e agli organi superiori di competenza di prendere in seria considerazione la chiusura parziale di qualche reparto o addirittura la chiusura
dell’istituto di Vasto perché allo stato attuale non ci sono più le condizione di poter andare a svolgere servizio.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.