Banner Top
Banner Top

Sevel, il Partito Comunista preoccupato per i progetti di sviluppo del gruppo Stellantis

L’innovazione tecnologica non passa dalla Val di Sangro. La notizia della realizzazione e della prossima produzione da parte del gruppo Stellantis di un furgone con sistema di alimentazione ad idrogeno realizzato sulla base dei “mid van” PSA getta un’ulteriore ombra sul futuro dello stabilimento SEVEL e del suo indotto. Infatti questa produzione non avverrà in Val di Sangro e né tanto meno in Italia ma bensì in Germania.

A tale riguardo sono due le considerazioni da fare: il ruolo dello Stato francese che con un investimento di 7 miliardi provvederà a creare una rete infrastrutturale per il rifornimento di questo sistema di alimentazione, quindi uno Stato che indirizza il mercato piuttosto che subirne le scelte; il mancato sviluppo della innovazione tecnologica dell’automotive in Italia, quindi della ex-FCA.

Mentre tutto il mondo si muove alla ricerca di soluzioni sempre più green, in SEVEL si decide di sospendere la produzione del furgone alimentato a metano già dal mese di giugno e già dal prossimo anno una quota dell’attuale produzione verrà certamente delocalizzata nello stabilimento Stellantis di Gliwice in Polonia.

Con il ruolo dello Stato italiano praticamente assente, che si è limitato a erogare 6,3 miliardi di prestito alla allora FCA senza di fatto pretendere nessuna condizionalità, il futuro di SEVEL e del suo indotto e soprattutto dei lavoratori impiegati appare sempre più grigio. Il Partito Comunista dell’Abruzzo invita tutti gli operai alla mobilitazione ed è al loro fianco per la difesa del diritto al lavoro contro la parassitaria minoranza padronale che si ciba della loro esistenza e dei loro sacrifici.

Partito Comunista

Antonio Felice – Segretario Regionale

Giuseppe Redondi – Responsabile regionale “Lavoro”

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.