Banner Top
Banner Top

Via Verde, Carlesi, Suriani e Prospero: “Un’opera pubblica incompiuta. Ci sarà un’altra estate senza pista ciclabile”

Purtroppo è dovuta arrivare la troupe di Striscia la Notizia per fare vedere agli italiani ciò che i cittadini di Vasto hanno sotto gli occhi tutti i giorni. Nel servizio andato in onda sabato sera, la popolare trasmissione di Canale 5 si è soffermata sullo stato dei lavori della Via Verde della Costa dei Trabocchi, che risultano interrotti ed evidentemente non collaudati, nonostante ci siano già state diverse inaugurazioni in passato.

In particolare l’inviato di Striscia si è soffermato sulla incompletezza del tratto vastese, girando buona parte del servizio proprio nel nostro territorio, uno dei più lontani dall’essere terminato. Nel servizio è comparso il presidente della provincia il dott. Mario Pupillo, illustre esponente del Partito Democratico, che ha serenamente imputato i ritardi alla complessità dell’opera.  E proprio qui sta la chiave comica della questione individuata dal programma satirico di informazione: quell’ingenuità nelle parole pronunciate dell’ex sindaco di Lanciano, che è Presidente della Provincia dal 2014, tipiche di un amministratore del sud d’Italia che ritiene una pista ciclabile un’opera talmente complessa da giustificare continui ritardi nella sua ultimazione!!!

La verità purtroppo è sotto i nostri occhi da tempo: la Via Verde della Costa dei Trabocchi non procede e il problema sono le gallerie preesistenti, quelle sì opere complesse, ma che esistevano già prima dell’idea della via Verde, e la cui complessità non è stata adeguatamente affrontata prima e che tra l’altro dovrà essere curata con costose risorse pubbliche che Pupillo ignora perché non ha previsto.

Ma la via Verdeè un’opera incompiuta non solo perché è incompleta, ma perché è sola.

Fratelli d’Italia critica il ritardo di idee e di fatti concreti da affiancare alla idea di spazio pubblico che è al centro della pista ciclabile da parte dell’attuale amministrazione comunale di Vasto. Escludendo la mobilità collettiva lungo questo tratto di costa ci si è affidati unicamente all’idea di percorrenza ciclabile o pedonale, ma per colpa della nota inerzia del sindaco Menna e dell’assessore Cianci, per esempio non sono state ancora realizzate le aree per i parcheggi pubblici di interscambio previsti dal piano regolatore di Vasto fin dal 2001. Non c’è mai stato un piano per gli accessi al mare, gestiti in sicurezza, non esistono previsioni di stabilimenti balneari, non esistono servizi igienici e luoghi di ristoro, non ci sono assi di collegamento con la città di Vasto ecc., insomma manca una seria fruibilità dell’asse viario, che non è nemmeno stato dotato di una adeguato sistema di rete di sottoservizi, quindi l’opera è sola, perché non è stata integrata a un sistema di servizi e di usi.

Oggi, all’interno della carenza di spazi pubblici all’aperto, la via Verde rappresenta una novità, con i suoi fantastici punti di vista che per anni sono stati preclusi dalla ferrovia alla collettività. Ma il punto di vista si sta spostando dal mare altrove. Da tanto auspicata vetrina per il territorio la via Verde si sta trasformando in una pessima pubblicità su scala nazionale, come ulteriore esempio di malcostume meridionale.

Adesso l’opera per essere veramente grande dovrà recuperare in fretta la sua vera complessità, non potrà essere soltanto una percorrenza sostenibile, ma dovrà per esempio autosostenersi innescando meccanismi virtuosi, comunicando al cittadino vastese per primo e poi al turista una immagine di efficienza e non solo di equilibrio ambientale.

Questo sindaco ha fallito perché non ha vigilato l’inefficacia con cui questa opera pubblica importantissima per il nostro territorio è stata pensata e portata avanti nel tempo.

La vicinanza di partito con Pupillo gli ha impedito di centrare l’obiettivo anche per questa estate.

Fratelli d’Italia ha il diritto di sapere una data certa di ultimazione dei lavori, oltre la quale pretenderà una chiara assunzione di responsabilità da parte del PD, con le dimissioni del presidente della Provincia Pupillo per manifesta incapacità. Menna verrà invece giudicato anche per questo dal voto alle prossime elezioni amministrative.

 

Piernicola Carlesi coordinatore cittadino di FdI

Vincenzo Suriani consigliere comunale di FdI

Francesco Prospero consigliere comunale di FdI

E tutto il circolo cittadino di Fratelli d’Italia

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.