Banner Top
Banner Top

Suicidio in carcere, il detenuto voleva tornare nel suo Paese

Aveva chiesto più volte di voler tornare nel suo Paese. Aveva finito di scontare la pena ma il magistrato di sorveglianza aveva applicato la misura di sicurezza per altri due anni. Voleva essere estradato il detenuto magrebino che si è tolto la vita nel carcere di Torre Sinello a Vasto.

A scoprire il suo gesto sono stati gli agenti della polizia penitenziaria che hanno subito dato l’allarme. La Procura ha aperto un’inchiesta. Martedì è in programma l’esame autoptico.

La vicenda ha acuito l’esasperazione del Sappe, sindacato autonomo della polizia penitenziaria che in una nota il segretario locale, Giovanni Notarangelo, parla di “ennesimo suicidio di una persona in carcere”.

“L’accaduto”, scrive ancora Notarangelo “dimostra come i problemi sociali e umani permangano. Negli ultimi 20 anni la polizia penitenziaria ha sventato, più di 23mila tentati suicidi ed impedito quasi 190mila atti di autolesionismo. Purtroppo, a Vasto, l’immediato intervento degli agenti in servizio non ha potuto impedire il decesso del detenuto”.

Nella nota la Segreteria SAPPE di Vasto denuncia anche “la gravissima carenza di personale alla Casa Lavoro e nell’annessa sezione circondariale” con il “personale di polizia penitenziaria allo stremo”.

Notarangelo denuncia poi la mancanza di progetti “affinché gli internati (in gran parte soggetti psichiatrici), socialmente pericolosi ma che vivono un senso di frustrazione e abbandono, vengano impegnati a livello lavorativo. Attualmente passano il proprio tempo oziando in cella”.

“Fondamentale” per Capece segretario generale del SAPPE, “è eliminare l’ozio in cella. Altro che vigilanza dinamica. Rinnovo l’invito al Guardasigilli Cartabia a trovare una soluzione urgente ai problemi penitenziari di Vasto e dell’intero Paese”.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.