Banner Top
Banner Top

Non desiste nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato dai carabinieri

Nel novembre del 2019 gli era stato notificato dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti un divieto di avvicinamento nei confronti della sua ex convivente per stalking, violazione di domicilio e violenza sessuale, ma O.L. un 51enne di Chieti, non si era rassegnato a perdere la donna.

Anna (nome di fantasia) aveva avuto con l’uomo una breve convivenza, durante la quale ne aveva subito la gelosia ossessiva: poi si sono lasciati, ma lui continuava a farle visiteinaspettate nella casa dove avevano convissuto e della quale aveva conservato le chiavi. Lei cambia la serratura, ma lui un giorno le ha sfondato la porta ed è entrato. In un’altra occasione la costringe ad un rapporto sessuale. Per questo era stato colpito dal divieto di avvicinamento che però non lo ha convinto a rinunciare a lei. Per mesi si presenta davanti alla scuola frequentata dalla figlia piccola di Anna, sempre facendo in modo da farsi vedere per intimorirla ancora di più. Era arrivato a scoprire persino dove Anna scendeva con l’autobus, dopo che a seguito delle denunce, era stata costretta a cambiare casa.

Il tribunale di Chieti, ritenendo le accuse mosse al 51enne gravissime, ha deciso per lui gli arresti domiciliari.

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.