Banner Top
Banner Top

Riserva Punta Aderci, Menna e Cianci: “L’opposizione ancora una volta dimostra poca conoscenza in materia di aree protette”

 

 

Il centro destra vastese si esprime, attraverso una nota stampa, sul futuro della Riserva di Punta Aderci in seguito alla discussione del Consiglio Comunale di ieri, come se quest’ultimo non fosse stato trasmesso in diretta Facebook e quindi registrato.

“La proposta di delibera illustrata dal Consigliere Prospero ha visto la risposta dei sottoscritti, – dichiarano il sindaco Francesco Menna e l’assessore con delega alle aree protette, Paola Cianci in cui è stato ben evidenziato che gli uffici comunali stanno lavorando al bando per garantire la gestione della Riserva prossima alla scadenza. Stessa cosa vale per la verifica del corretto adempimento delle obbligazioni derivanti dal contratto sottoscritto con la cooperativa Cogecstre, da sempre sottoposto al vaglio del Comitato di Gestione. Troppo facile smentire la realtà quando sono i fatti e la storia a confermarli. Basta ricordare che è stato il centrosinistra regionale con Luciano Lapenna e Stefania Pezzopane a promuovere l’istituzione della Riserva di Punta Aderci ed il centrosinistra locale ad avviarne la gestione operativa. Per non parlare del grande impegno e degli investimenti fatti in questi quindici anni tra pista ciclopedonale della Via Verde Costa dei Trabocchi, percorsi pedonali e trekking, studi scientifici sugli Habitat, interventi di riqualificazione ambientale, visite guidate, Piano di Assetto Naturalistico e tanto altro. Gli interventi di Prospero, Laudazi e soci – proseguono sindaco e assessore – hanno evidenziato poca conoscenza in materia di aree protette, priva di contenuti, ma piena solo di slogan, che vorrebbero trasformare in uno scellerato programma per le prossime elezioni amministrative. Infatti nella delibera presentata hanno indicato come sistema antincendio le linee tagliafuoco che non possono essere realizzate in un’area protetta, nessun riferimento al fatto che il rogo della scorsa estate si è sviluppato proprio dall’area industriale. Il centrodestra crede che i cittadini vastesi abbiano dimenticato le tante battaglie del centrosinistra tra cui ricordiamo il Parco della Costa Teatina a cui si sono opposti in ogni modo. Denigrano continuamente, in ogni sede, il Tavolo per l’Ambiente e poi lo citano come luogo di confronto. Autorevoli associazioni sono testimoni di quanto la condivisione sulle tematiche che riguardano Punta Penna abbia prodotto risultati come la nomina di esperti che istruiscono le pratiche inerenti le Valutazioni di Incidenza Ambientale degli impianti, che interessano la Zona Industriale o il ricorso presentato da WWF e Legambiente contro il cementificio tanto caro al consigliere Laudazi. Inoltre, come non ricordare l’uscita dall’aula del centro destra al momento della votazione sulla mozione che riguardava proprio il cementificio ed il Parco della Costa Teatina. Quindi, consigliamo all’opposizione – concludono Menna e Cianci – di non scimmiottare posizioni politiche ben lontane da quelle che dimostrano da sempre di sposare, con il rischio di fare figuracce parlando del futuro della nostra splendida Riserva di Punta Aderci solo per insultare chi ha a davvero a cuore l’ambiente e la sua tutela e valorizzazione”.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.