Banner Top
Banner Top

“Parcheggi rosa per le donne incinta e per le madri con figli minori di tre anni”, la proposta di Suriani e Propsero

“Consentire alle donne residenti a Vasto, in stato di gravidanza o con figli minori di tre anni, la possibilità di ottenere un contrassegno temporaneo di parcheggio rosa (C.T.R.) che permetta l’esenzione dal pagamento della sosta, nei “Parcheggi Rosa” all’interno della Città del Vasto”.

La proposta è contenuta in una mozione presentata dai consiglieri Vincenzo Suriani e Francesco Prospero (Fratelli d’Italia) che verrà discussa nel prossimo consiglio comunale, che si riunirà il prossimo 26 gennaio.

“Il codice della strada – spiegano i consiglieri Suriani e Prospero – non prevede particolari agevolazioni per le donne in stato di gravidanza o con figli piccoli, e lascia agli Enti Locali il compito di prevedere eventuali aiuti in tal senso. Abbiamo preso ad esempio l’esperienza di alcuni comuni all’avanguardia, come L’Aquila, ma anche Terni, Rovigo e Trani, che hanno deciso di istituire una particolare categoria di parcheggi riservati a questa specifica tipologia di utenza femminile.”

“I parcheggi rosa – continuano i due esponenti di Fratelli d’Italia – possono essere uno strumento utile per quelle categorie di donne che hanno maggiore difficoltà negli spostamenti nella vita quotidiana: andrebbe prevista una adeguata presenza di stalli rosa, da allocare in prossimità di luoghi in cui le donne si devono recare costantemente, come farmacie, asili, negozi per l’infanzia, studi pediatrici, che assicurino un parcheggio riservato e gratuito a questa categoria di utenti.”

“Abbiamo anche indicato un meccanismo concreto per ottenere il “Contrassegno temporaneo di parcheggio rosa (C.T.R.)”, che dovrebbe essere richiesto al Comando di Polizia Locale dietro la presentazione di una documentazione che attesti lo stato di gravidanza o la presenza nel nucleo familiare di bambini con meno di tre anni. Su questa proposta cercheremo di aprire un confronto con gli altri gruppi presenti in consiglio comunale, certi che le esigenze delle famiglie e delle donne con bambini possano essere recepite da tutte le forze politiche.”

Di seguito il testo della mozione presentata dai consiglieri Vincenzo Suriani e Francesco Prospero:

MOZIONE: Parcheggi rosa per le donne in stato di gravidanza e le mamme con figli minori di anni tre

Premesso: 

Che le donne, conducenti di autoveicoli, che si trovano in stato di gravidanza e le neomamme con figli minori di anni tre, sono soggette a disagi e limitazioni negli spostamenti cittadini soprattutto per la difficoltà di trovare parcheggio;

Che molti comuni italiani, come L’Aquila, Trani, Terni, Rovigo, Ancona e Cecina, tra gli ultimi, hanno deciso di istituire una particolare categoria di parcheggi riservati a questa specifica tipologia di utenza femminile;

Che i “Parcheggi Rosa” sono una evidente forma di tutela per le donne, ma non sono normati dall’attuale Codice della Strada, che lascia agli enti locali la possibilità di prevedere, o meno, questa possibilità;

Considerato:

Che i “Parcheggi Rosa” costituirebbero un grande contributo sociale per le donne di Vasto in stato di gravidanza e per le mamme con neonati e figli minori di anni tre al seguito, permettendo così di parcheggiare senza difficoltà nei luoghi da loro frequentati e dove la sosta risulta problematica;

Che tali stalli di sosta riservati alle donne incinte e alle mamme con figli minori di anni tre andrebbero posizionati soprattutto in prossimità di centri nevralgici come scuole, asili nido, parchi giochi, e ogni altro sito ritenuto utile alle donne in stato di gravidanza e alle neomamme;

IL CONSIGLIO COMUNALE DI VASTO IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA A

  • provvedere all’allestimento di aree di sosta denominate “Parcheggi Rosa”, in un numero di stalli non inferiori a 50 equamente distribuiti nelle aree urbane, collocati in zone già destinate a parcheggio, da realizzare e contrassegnare con idonea segnaletica orizzontale e verticale;
  • istituire e predisporre il contrassegno temporaneo di parcheggio rosa (C.T.R.), che deve essere rilasciato dalla Polizia Locale previa presentazione della documentazione idonea, quale unico titolo comprovante l’autorizzazione a poter usufruire dei parcheggi rosa;
  • consentire alle donne residenti a Vasto, in stato di gravidanza o con prole fino ad anni tre, in possesso della patente di guida di categoria B o superiore ed in corso di validità, con disponibilità di autoveicolo proprio o concesso in uso, la possibilità di ottenere un contrassegno temporaneo di parcheggio rosa (C.T.R.) che consenta l’esenzione dal pagamento del parcheggio nei “Parcheggi Rosa” all’interno della Città del Vasto;
  • incaricare gli uffici competenti, e la Polizia Locale in particolare, di disciplinare la individuazione, collocazione e realizzazione dei cosiddetti “Parcheggi Rosa”, nonché di normare le procedure di richiesta e rilascio del contrassegno temporaneo rosa;

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.