Banner Top
Banner Top

Articolo Uno, Del Viscio e Cianci: “La legge sui Trabocchi e il regolamento della Via Verde devono essere rivisti”

Nelle ultime settimane si sta dibattendo molto su temi che interessano la tutela ambientale: il recepimento della legge regionale sui trabocchi n.7/2009 e la bozza di regolamento di gestione della pista ciclopedonale Via Verde Costa dei Trabocchi predisposta dalla Provincia di Chieti.

Articolo Uno ha le idee chiare riguardo questi temi da sempre e, rispetto agli ampliamenti previsti in materia di Trabocchi, riteniamo che sia necessario puntare al rispetto delle norme ambientali ed alla valorizzazione di una identità storica e culturale che i Trabocchi incarnano tra le loro assi, reti e tradizioni.

Pertanto, la legge così come si presenta non può essere recepita: è necessario intervenire limitando gli aumenti dei metri quadrati previsti. In questo modo si riconosce il giusto ruolo alle attività di ristorazione sui trabocchi, ormai una realtà a Vasto come su tutta la Costa Teatina, di essere promotori di un turismo responsabile e rispettoso delle bellezze naturalistiche che hanno reso in questi anni la nostra Regione ancora più attrattiva e conosciuta in Europa e nel Mondo.

Con lo stesso approccio va discusso il regolamento di gestione della Via Verde. Innanzitutto, bisogna portare a termine i lavori nella loro complessità e realizzare definitivamente un percorso ciclopedonale meraviglioso, all’altezza delle aspettative di tutti coloro (cittadini e turisti) che amano praticare il cicloturismo.

Contestualmente riteniamo fondamentale definire una chiara governance di questa importante infrastruttura prima ancora di ragionare su di un regolamento di gestione. È importante darsi regole certe sotto un regime di massima trasparenza, senza rincorrere l’emergenza del momento o le esigenze del privato.

Solo in questo modo le Istituzioni riusciranno a determinare una chiara e comune linea di collaborazione e pacifica convivenza tra cicloturismo, servizi, ambiente.

Lo sviluppo sostenibile della Costa dei Trabocchi, che crediamo fondamentale per il futuro della nostra Regione, anche in questa situazione sarebbe stato promosso al meglio dal Parco Nazionale della Costa Teatina. Quest’ultimo è l’ente che poteva e può ancora diventare la cabina di regia di tutto il sistema di gestione delle diverse realtà ambientali e turistiche che interessano la Costa dei Trabocchi.

Per questo riteniamo lodevole l’iniziativa del Sindaco Menna di coinvolgere i portatori di interesse nel dibattito e farsi promotore di un incontro con la Provincia di Chieti per allargare la discussione ed il confronto con il Territorio.

Ci auguriamo che lo stesso metodo venga seguito dagli altri Comuni.

Il segretario di Articolo Uno Vasto Francesco del Viscio

La Responsabile Ambiente della Segreteria Regionale di Articolo Uno Abruzzo

Paola Cianci

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.