Banner Top
Banner Top

Conclusa la prima fase dello screening a Scerni, Ottaviano: “Tutti negativi i 209 tamponi rapidi”

Si è conclusa a Scerni la prima fase con lo screening riservato al modo della scuola dove è prevista la didattica in presenza. Sono stati eseguiti complessivamente 209 tamponi rapidi che hanno dato tutti esito negativo. A renderlo noto il sindaco Alfonso Ottaviano che ringrazia chi “ha deciso, in maniera volontaria, di sottoporsi a questa iniziativa di prevenzione, alle famiglie ed ai genitori dei bambini. Un ringraziamento particolare ai volontari della Croce Rossa ed alla Protezione Civile di Scerni, per la professionalità, disponibilità e l’organizzazione puntuale, non era semplice ma è andata bene”.
“Oggi – prosegue Ottaviano – abbiamo qualche elemento in più, qualche dato che ci permettere di prendere le decisioni per un rientro a scuola che per tre settimane si è fermata ed ha lavorato con la didattica a distanza. Ringrazio per questo il dirigente scolastico e gli insegnanti che, con tanta pazienza, senso del dovere e capacità hanno seguito gli alunni dai più grandi ai più piccoli. Siamo una delle comunità più colpite dal COVID, numeri alti e contagi che proseguono ma che negli ultimi giorni hanno fatto registrare un rallentamento. Ora più di prima dobbiamo fare attenzione ed attuare ancora di più le misure di prevenzione per evitare un ulteriore aumento di casi positivi”.
Il sindaco fa inoltre sapere che con l’ordinanza sindacale n. 69 del 28/11/2020 è stata prorogata la sospensione delle attività didattiche in presenza per la scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di 1° grado per il 30 novembre e 1 dicembre, da mercoledì 2 dicembre si torna a scuola con la didattica in aula. Per la scuola dell’infanzia è sospeso il servizio mensa.
“Insieme e con la giusta attenzione – conclude Ottaviano – supereremo questo momento difficile, i bambini hanno il diritto di apprendere e di crescere ed hanno dimostrato nei mesi scorsi una grande maturità nel seguire tutte le indicazioni date. La pandemia non è finita cosi come possono esserci in futuro ulteriori contagi che, con il senso di responsabilità che in molti hanno mostrato in queste settimane, sono sicuro che riusciremo a gestire tutto per il meglio. Un abbraccio affettuoso alle persone che si stanno curando, a chi è ancora in ospedale con l’augurio di pronta guarigione ed alle persone in quarantena per superare quanto prima questi giorni difficili”.
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.