Banner Top
Banner Top

Uccisi in moto, ora l’investigatore vuol patteggiare

Si avvia verso la conclusione la vicenda giudiziaria sulla tragica morte di Emiliana Colitto, 23 anni di San Salvo e di Marco Forlano, 29 anni di Fresagrandinaria. Mercoledì nell’aula del tribunale di Milano è prevista, salvo nuovi rinvii legati all’emergenza Covid, la discussione sull’ipotesi di patteggiamento presentata dalla difesa di A.T., 58 anni, di Milano, il conducente della Smart accusato di omicidio stradale che, il 21 settembre 2018, passando con il rosso ad un semaforo avrebbe provocato l’incidente mortale in cui persero la vita Emiliana e Marco.

A causa dell’emergenza Covid, l’udienza ha già subito diversi rinvii, ma la famiglia Colitto attende fiduciosa giustizia ma non intende intervenire. Ha sempre vissuto la vicenda, come la famiglia Forlano, con grande riserbo nonostante il dolore.

Le richieste della procura sono state fatte dopo aver visto le immagini della telecamere in strada che, quella notte, ripresero la Smart mentre passava con il semaforo rosso, spegneva le luci e poi ripartiva proprio quando stava arrivando la moto. Le immagini raccontano i minuti che hanno preceduto la tragedie e quello che è successo subito dopo.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.