Banner Top
Banner Top

Gianlorenzo Molino: “Dopo 13 anni Vasto ha un regolamento del verde urbano”

“Dopo tredici anni dalla prima proposta  la città di Vasto ha un regolamento del verde urbano. Non conosciamo ancora il testo definitivo, dopo le modifiche apportate in consiglio comunale. La speranza è che non ci siano state modifiche sostanziali”. Gianlorenzo Molino, referente del Comitato cittadino per la tutela e la valorizzazione del verde, commenta così l’approvazione del documento  che ha ottenuto il si unanime  del consiglio comunale dopo il ritiro dei 115 emendamenti presentati dalle minoranze, alcuni dei quali accolti. Ora la battaglia più difficile è la sua puntuale applicazione.

Un risultato non scontato, ma era oggettivamente difficile ignorare i 1500 cittadini che a suo tempo hanno firmato la petizione”, aggiunge Molino, “grazie a chi ha dato il proprio nome a questa richiesta, a chi ha prima proposto il regolamento e poi per tanti anni non se ne è dimenticato e a chi ha contribuito con sincerità al raggiungimento di questo obiettivo. Ora il regolamento diventi uno strumento di lavoro per trasformare progressivamente questa città”.

I commenti si susseguono. La soddisfazione è bipartisan. “Il regolamento, fortemente voluto dalla maggioranza di centrosinistra, è stato approvato così come era stato concepito, facendo salvi tutti i suoi principi e le sue norme di riferimento”, dice Maria Molino, presidente della Commissione affari generali ed istituzionali, “sono state recepite infatti in modo marginale modifiche ed integrazioni compatibili con i contenuti e la sostanza del testo originario. L’auspicio è che l’approvazione all’unanimità faccia percepire al cittadino l’importanza, la necessità e il grande valore di un regolamento che disciplina il patrimonio arboreo del nostro comune”.

Per Dina Carinci, consigliera del M5S il voto all’unanimità “è la dimostrazione che quando si vuole si riesce a trovare sempre un punto di incontro e a lavorare per il bene dei cittadini. Non escludo che si possa ulteriormente migliorare,  ma ciò sarà possibile solo dopo la sua applicazione”.

Secondo Vincenzo Suriani (Fratelli d’Italia) “Vasto aveva bisogno di un regolamento sulla tutela del verde pubblico, soprattutto dopo i tanti episodi disdicevoli di questi ultimi mesi: dal taglio selvaggio dei pini di via Ritucci Chinni, al crollo dell’albero dentro il cortile dell’asilo Aniello Polsi. E’ un regolamento che ha al suo interno diverse contraddizioni, soprattutto in termini di controllo del verde privato, motivo per cui avevamo proposto in Commissione di snellire alcuni punti. Tuttavia, poiché la maggioranza ha accolto molte delle proposte migliorative avanzate dai consiglieri del centrodestra, abbiamo votato a favore. Adesso valuteremo il regolamento alla prova dei fatti”, aggiunge Suriani, “sperando che ponga fine a molti scempi ambientali a cui abbiamo assistito negli ultimi anni”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.