Banner Top
Banner Top

Angelo Pollutri: “La maionese impazzita e l’antipolitica nel vastese”

Aprendo i giornali e dando uno sguardo alle notizie che rappresentano i fatti che avvengono nel nostro territorio, negli ultimi tempi, si assiste sempre di più all’antipolitica al contrario ovvero:non sono i cittadini a proporre manifestazioni ed atti di antipolitica e di sfiducia nella classe dirigente locale, ma al contrario, un gruppetto ristretto e sparuto di Dirigenti politici e locali, Amministratori autoreferenziali e Sindaci, in modo trasversale, senza nessun confronto con cittadini e Dirigenti locali e rappresentanti politici locali, vista anche l’inesistenza dei partiti.
Adesso hanno tirato fuori un prodotto gastronomico amministrativo simile alla maionese impazzita!
All’improvviso viene fuori da alcuni Sindaci, dopo 20anni di discussione sul nuovo Ospedale, che lo stesso può essere ubicato addirittura in altro luogo, nonostante il Comune più grande del territorio abbia (urbanisticamente) sistemato le carte per la realizzazione del nuovo Ospedale del vastese.
Contemporaneamente, sempre dai giornali, senza che nessun Amministratore locale abbia potuto dire la propria sul futuro sistema tariffario dei rifiuti, si legge di un accordo sulla gestione deirifiuti creato sulle nostre testeda un Commissario regionale del CIVETA, collaboratore presso lo studio di Ranieri, Presidente di ECOLAN, dove ci viene detto che i rifiuti di Lanciano e del vastese, diventano la stessa cosa ovvero un privato che decide i prezzi in discarica a Lanciano e il pubblico che fa gli interessi dei cittadini a Cupello (CIVETA).
A questi 2 episodi se ne aggiunge un altro, di natura misteriosa: l’atterraggio, su uno spazio di natura pubblica e realizzato con soldi pubblici, acquisito da un milionario a prezzi stracciati (siamo in tempi di saldi) per la realizzazione di una megapiattaforma e-commerce privata.
La cosa assurda è che a gestire l’intera partita siano rappresentanti di vertice del partito dei lavoratori ovvero il Partito Democratico.
Sorvolo sulle vicende più locali legate ai rubinetti ARAP che si aprono e chiudono a comando sugli spazi pubblici gestiti da privati (vedi Aqualand).
Insomma una maionese politica mai vista, gruppetti di Amministratori che decidono le sorti di centinaia di migliaia di cittadini del vastese, davanti ad un raviolo al tartufo e che torneranno a chiedere voti e consensi per il futuro della città e dei nostri figli.
E’ inutile insistere sul fatto che è oramai necessaria una inversione di rotta che porti la cittadinanza ad elaborare delle scelte concrete per il futuro del proprio territorio. Occorre decidere in maniera determinata, seria e senza invasioni barbariche che il nuovo Ospedale va’ realizzato dove è stato programmato da 20 anni a questa parte.
  • Occorre un gruppo dirigente che si occupi del bene pubblico e che presentila riqualificazione del S. Pio, così come è necessario.
  • Occorre cheil CIVETA torni ad essere lo strumento che risolve il problema delle Amministrazioni in merito ai rifiuti, dal punto di vista sanitario ed ambientale, della salvaguardia tariffariae dal punto di vista dallo sviluppo legato alla produzione di metano da rifiuti organici.
  • Occorre una classe dirigente che conosca la possibilità di diventare capitale dello sviluppo energetica dell’intera Europasulla materia metano.
  • Occorre un gruppo dirigente che salvaguardi il finanziamento ANAS necessario per la variante alla statale 16.
  • Occorre che chi ha ruoli in CdA pubblici, si confronti con i territori di appartenenza come se fosse un eletto.

In poche paroleè necessario tornare a fare politica, quella dell’ascolto, è necessario che i partiti organizzati ricomincino a tirare le orecchie a dirigenti locali dalla fuga precoce e facile verso soluzioni personali e non collettive.

Per farla breve, serve un atto di serietà che selezioni i fanfaroni della politica da chi la politica la vive e la compie,nell’interesse del territorio e dei cittadiniche ci vivono.Basta con questa maionese impazzita!

Angelo Pollutri

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.