Banner Top
Banner Top

Arrestato l’ultimo componente della banda specializzata nei furti di rame

A seguito dell’arresto di T. I., operato dalla Polizia rumena lo scorso 18 giugno 2020 su input dei Carabinieri di Vasto, i militari dell’Arma hanno stabilito una proficua attività di collaborazione e di scambio di informazioni per addivenire al rintraccio dell’ultimo componente di una banda specializzata in furti di ingenti quantitativi di condutture di rame.
Nella serata dello scorso 23 agosto, a seguito di importanti evidenze investigative emerse, S. L., 34enne di origini rumene, è stato localizzato ed arrestato nella città di Copenaghen dalla polizia Danese.
L’operazione trae origine dalla richiesta di un Mandato di Arresto Europeo richiesto dai Carabinieri di Vasto alla locale Procura della Repubblica. Il Procuratore Capo, Dott., Giampiero Di Florio, condivise le risultanze investigative, ha quindi emesso il provvedimento di cattura internazionale interessando il Ministero della Giustizia ed il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia di Roma.
S.L., ricercato da 5 anni, ha riportato una condanna definitiva a 3 anni e 4 mesi di reclusione per aver, nell’estate del 2013, in concorso con altre persone, tra Dogliola e Fresagrandinaria, saccheggiato e asportato, adoperando violenza sulle cose, centinaia di metri di conduttori di rame e pannelli fotovoltaici, causando continue interruzioni di fornitura elettrica nel circondario vastese, nonché un danno patrimoniale complessivo di oltre settantamila euro per due grosse società italiane.
A seguito dell’attività d’indagine esperita dai Carabinieri di Vasto nell’ambito dell’operazione “Oro Rosso”, lo Sgoinea veniva colpito, unitamente ad altri 10 connazionali, da ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP del Tribunale di Vasto, Dott.ssa Anna Rosa Capuozzo.
All’atto dell’esecuzione se ne constatò lo stato di irreperibilità in quanto aveva, con ogni evidenza, già abbandonato il suolo italiano, spostandosi, da come è emerso dall’attività di indagine, tra la Spagna, il Regno Unito, la Germania e la Romania.
L’arresto di T. I., correo dello Sgoinea, fu operato dalla polizia rumena mentre stava per lasciare il Paese per recarsi appunto in Danimarca. Da lì è scaturita una serrata attività info-investigativa condotta dall’Arma vastese in collaborazione con l’esperto per la Sicurezza della Direzione Centrale della Polizia Criminale – S.C.I.P. (Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia) di Bucarest, attraverso un fitto e determinante canale di cooperazione S.I.Re.N.E., che consentiva la localizzazione del catturando nel Pese scandinavo.
Attualmente lo Sgoinea è stato associato al carcere di Vestre Fængsel della capitale danese in attesa delle operazioni estradizionali, per scontare la pena che gli è stata inflitta.
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.