Banner Top
Banner Top

Fabio Travaglini: “No al quinto assessore. Il risparmio destiniamolo al Sociale”

“Non si proceda alla nomina di un quinto Assessore e si redistribuiscano le deleghe in modo equo ai quattro Assessori in carica destinando, per quanto possibile ed a norma di legge, il risparmio derivante dall’emolumento di un ulteriore Assessore alla promozione di nuovi progetti a sostegno del Terzo Settore e delle Politiche Sociali”. E’ quanto chiede il Consigliere Comunale di Più San Salvo, Fabio Travaglini nella mozione presentata al Consiglio Comunale a seguito delle dimissioni dell’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di San Salvo, Oliviero Faienza.

Questa la mozione presentata.

CONSIDERATO che l’epidemia di COVID-19 ha creato e continua a creare una situazione di incertezza e preoccupazione sul futuro che aumenta le difficoltà sociali ed economiche della nostra Città e ne mette a serio rischio la tenuta sociale;
TENUTO CONTO che la Città di San Salvo ha da sempre fornito un altissimo livello di attenzione e servizi nelle Politiche Sociali, anche grazie al buon funzionamento degli Uffici Comunali e nonostante le difficoltà economiche e di Bilancio, come spesso richiamato dal Sindaco;
RITENUTO che sia opportuno, nonostante il periodo di crisi e come fortemente raccomandato dall’Unione Europea per la prossima programmazione, investire sempre di più per creare comunità inclusive e generare valore sociale anche in collaborazione con il Terzo Settore ed il mondo dell’Associazionismo;
VISTO che nella Giunta Comunale è venuta meno la figura dell’Assessore alle Politiche Sociali a seguito delle recenti dimissioni del dott. Oliviero Faienza, il che comporta per le casse comunali un risparmio legato all’emolumento riservato allo stesso;
RICHIAMATO il recente comunicato stampa a firma dei gruppi consiliari di maggioranza in cui si dichiara testualmente che “non c’è bisogno di nuovi posti in Giunta, come spesso accadeva nel passato”
VISTO il Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267
VISTI lo Statuto Comunale ed il Regolamento del Consiglio Comunale
Tutto ciò premesso e considerato, il Consiglio Comunale

IMPEGNA IL SINDACO

A non procedere alla nomina di un quinto Assessore e a ridistribuire le deleghe in modo equo ai quattro Assessori in carica destinando, per quanto possibile ed a norma di legge, il risparmio derivante dall’emolumento di un ulteriore Assessore alla promozione di nuovi progetti a sostegno del Terzo Settore e delle Politiche Sociali.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.