Banner Top
Banner Top

Recuperati 200 posti nell’ex tracciato ferroviario

Il cantiere della Via Verde ha sottratto alla Marina circa 200 posti auto, lo stesso numero che l’amministrazione comunale sta cercando di recuperare allestendo un’area più a sud, lungo l’ex tracciato ferroviario che costeggia l’Istituto San Francesco. E’ di questi giorni una ordinanza firmata dal sindaco Francesco Menna con cui, accogliendo l’invito della Provincia, viene individuata uno spazio da destinare al parcheggio delle auto, non occupato dal cantiere per la realizzazione della pista ciclopedonale.

L’obiettivo, come si legge nel provvedimento del primo cittadino, “è favorire con ogni mezzo il turismo della stagione estiva, come stimolo alla ripresa economica, utilizzando un parcheggio pubblico gratuito fino al 15 settembre”.

Trattandosi però di un’area in stato di incuria e con la vegetazione che invade completamente gli stalli da destinare alle auto bisognerà procedere allo sfalcio dell’erba, alla potatura degli alberi con rami pericolanti, alla sistemazione del battuto stradale e della pubblica illuminazione. Si tratta di interventi di manutenzione indispensabili per rendere fruibili i posteggi durante l’estate. Nell’ordinanza sindacale si fa anche presente che le auto che usufruiranno del parcheggio devono obbligatoriamente percorrere l’uscita verso la Statale 16, direzione nord.

Gli uffici comunali sono ora alle prese con gli adempimenti amministrativi propedeutici all’affidamento dei lavori che dovrebbero iniziare a breve per rendere il parcheggio fruibile in  poco tempo.

Inutile dire che la soluzione individuata dal Comune, insieme alla Provincia che è proprietaria delle aree di risulta,  incontra i favori degli operatori turistici che, da tre anni, cioè da quando è stato allestito il cantiere della Via Verde, sollecitano provvedimenti per recuperare i posti auto persi, che sono circa 200.

L’auspicio è che vengano presto ultimati i lavori per la realizzazione della pista ciclopedonale, una importante infrastruttura turistica che nel tratto vastese sconta una serie di ritardi.

“L’impresa ha ripreso i lavori già da qualche settimana”, assicura Vincenzo Sputore, consigliere provinciale delegato alla Via Verde, “gli interventi interessano tutta la pista, dove è stata sfalciata l’erba e che è stata ripulita in previsione della resinatura. Per quanto riguarda la ex stazione ferroviaria di piazza Fiume la ditta ha effettuato la bonifica dei luoghi con la rimozione dei rifiuti abbandonati e ha provveduto ad installare un prefabbricato in cemento, struttura all’interno della quale verranno adibiti i servizi igienici , utilizzabili da tutti, in particolare dai fruitori della Via Verde. Resta il problema delle gallerie dove contiamo di intervenire al più presto”, conclude Sputore.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

 

 

 

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.