Banner Top
Banner Top

Casalbordino e la Festa della Repubblica

Questa mattina, speciale cerimonia ufficiale per ricordare la nascita della Repubblica, alle 11,00 in piazza Umberto 1°, il vicesindaco Luigi Di Cocco coadiuvato  dagli assessori Paola Basile  delega al commercio e Carla Zinni delega  all’istruzione, dal Comandante dei vigili Urbani, Giuseppe Di Filippo e il M°M Rossano Molisani.

Di fatto oggi è ufficialmente la principale festa nazionale civile italiana. In questa data si ricorda il referendum istituzionale indetto a suffragio universale il 2 e il 3 giugno 1946 con il quale gli italiani venivano chiamati alle urne per esprimersi su quale forma di governo, monarchia o repubblica, dare al Paese, in seguito alla caduta del fascismo. Dopo 85 anni di regno, con 12.717.923 voti contro 10.719.284 l’Italia diventava repubblica e i monarchi di casa Savoia venivano esiliati.

Per la prima volta si istituì il suffragio femminile e le donne votarono alle amministrative. Nel 1946 avvenne il primo voto su scala nazionale, al referendum istituzionale che sancì la nascita della Repubblica italiana e alle contemporanee elezioni politiche dell’Assemblea costituente.  Speciali cerimonie ufficiali si tengono in molti paesi in Italia. La Protezione civile e la Croce Rossa di Casalbordino   come  sempre,  presenti a collaborare  con la partecipazione con diversi componenti.

Enzo Dossi

  • _DSC1256
  • _DSC1254
  • _DSC1250
  • _DSC1246
  • _DSC1245
  • _DSC1242

 

 

 

 

 

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.