Banner Top
Banner Top

Cipressi abbattuti a Carpineto, il Cai: “Giù le mani dagli alberi”

Il taglio dei cipressi secolari è ingiustificato sotto ogni aspetto”. Il Cai alpino (Cai) di Vasto interviene sull’abbattimento degli alberi nel cimitero di Carpineto Sinello, deciso con una ordinanza del sindaco Antonio Colonna.

“Ho letto la relazione dei carabinieri forestali: il supporto di una persona benché qualificata perché avente un titolo, non giustifica assolutamente interventi che vanno contro il senso civico, educativo e storico”, dice il presidente del Cai, Luigi Cinquina, che ha inviato una nota al sindaco, “quegli alberi hanno cento anni di storia, e non è possibile tagliarli con una motosega. Sono fitopatologo e la storia delle piante da abbattere perché malate o pericolose la trovo ingiustificabile. Fermi quello scempio inqualificabile”.

Sulla vicenda, che da Carpineto Sinello è rimbalzata fino a Vasto per les egnalazioni dei residenti, era intervenuto anche il Wwf Zona Frentata e Costa Teatina. Il taglio dei cipresi secolari sarebbe giustificato, stando a quanto si legge sul provvedimento, dai danno che le radici hanno provicato alle costruzioni all’interno del camposanto.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

1 Comment

  1. Luigi Cinquina

    La relazione allegata all’ordinanza è a firma di un dottore in scienze forestali, molisano non dei carabinieri forestali. Tanto per precisare quanto riportato

    Reply

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.