Banner Top
Banner Top

Maltratta i figli, arrestato un 39enne

La convivenza in quarantena è difficile già per una coppia ben rodata, figuriamoci per due persone che hanno vissuto una storia travagliata contorniata da litigi quotidiani e da denunce per atti persecutori. Ma quando poi a rimetterci sono i bambini non esistono giustificazioni.

E’ la vicenda di cui si sono occupati ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Chieti.

Nel primo pomeriggio una signora richiede l’intervento dei Carabinieri per una lite in famiglia, la pattuglia si precipita immediatamente a casa della donna e trova un uomo seduto nel patio. All’interno della casa la donna ancora visibilmente agitata ed, al piano di sopra, quattro bambini che avevano un’età dai 4 ai 12 anni, che si rifiutavano di scendere perché in preda allo spavento. La donna riesce a raccontare singhiozzando che l’ex compagno e padre dei due bambini più piccoli, dopo aver bevuto aveva dato in escandescenze e le si era scagliato contro. A rimetterci però era stato il figlio maggiore, avuto da una precedente relazione, che era intervenuto a difendere la madre. C.G., un 39enne di Atri, l’ha scaraventato sul divano e l’ha afferrato per il collo cercando di strangolarlo.

Solo l’intervento della madre e del secondogenito che l’hanno spinto via, ha evitato il peggio. Sui ragazzi erano ancora evidenti i segni degli abusi, alcune apparentemente di qualche giorno prima, così i carabinieri per vederci chiaro hanno deciso di far intervenire il 118 di Chieti e farli portare in ospedale per le cure del caso, mentre il 39enne è stato portato in caserma.

Approfondendo gli accertamenti, sono emerse altre violenze ed altre botte subite dai bambini nel corso dei due mesi e mezzo di lockdown, durante i quali l’uomo non aveva lavorato e si era stabilito a casa dell’ex compagna e madre dei suoi figli, a suo dire proprio per stare con i figli.

Per questo il PM di turno, Dott. Giancarlo Ciani ha disposto l’immediato arresto dell’uomo per maltrattamenti in famiglia e la sua traduzione nel carcere di Madonna del Freddo.

 

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.