Banner Top
Banner Top

Dai 3 pazienti guariti e dimessi dal San Pio di Vasto ai 124 nuovi casi, al 19enne teramano morto a Londra (sospetto Covid-19). Tutte le notizie di oggi

Qui di seguito tutte le notizie di oggi sul Coronavirus.

Al San Pio guariti 3 pazienti. Sono stati dimessi. In reparto restano altri sette pazienti

    • “Conosciamo l’aggressività di questo virus  ma è importante evidenziare che si può guarire, come dimostrano i casi trattati”

Covid-19, con 124 positivi il bilancio sale a 813

    • Dei 124 casi positivi registrati oggi 13 fanno riferimento Asl Lanciano-Vasto-Chieti

Morto a Londra un 19enne teramano. Sospetto Covid

    • “all’arrivo dei paramedici è stato intubato perché aveva i polmoni collassati. E’ stato portato in rianimazione ma purtroppo è morto”

Covid-19, da oggi nella Clinica di Malattie infettive di Chieti in uso il nuovo farmaco Remdesivir

    • Il farmaco sperimentale che potrebbe dare risultati nella cura delle persone positive al Coronavirus che presentano un quadro clinico più complesso. Il primo paziente a essere trattato si trova attualmente nella Terapia intensiva teatina, di cui è responsabile Salvatore Maurizio Maggiore

Dalla multa, alla chiusura dell’attività, alla reclusione: ecco cosa prevede il decreto legge

    •  Per il mancato rispetto delle misure di contenimento da 400 a 3.000 euro. Nei casi di mancato rispetto delle misure previste per pubblici esercizi o attività produttive o commerciali, chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorn. La violazione intenzionale del divieto assoluto di allontanarsi dalla propria abitazione o dimora per le persone sottoposte a quarantena perché risultate positive al virus reclusione da uno a cinque anni

Coronavirus, il rinnovo delle esenzioni dei ticket sanitari è prorogato al 30 giugno

    • Lo comunica l’assessore alla Salute, Nicoletta Verì

Verì: “Entro fine mese forse 1.500 casi positivi”

    • “Al momento abbiamo un sistema sanitario regionale fortemente sotto stress, anche se finora posso affermare con certezza che ha retto bene all’urto dell’emergenza, grazie soprattutto al lavoro instancabile degli operatori sanitari, che non si sono mai risparmiati nonostante le difficoltà”

Il Pd Provinciale di Chieti sostiene la battaglia dei Sindacati per proteggere dal Covid-19 gli operatori sanitari in campo

    • “Perché in questi mesi la Regione non si è organizzata per avere dispositivi adeguati e per individuare in via preliminare i presidi da destinare all’emergenza?”

Partito Comunista: “Abruzzo è in piena emergenza, ma il Governo Regionale pensa all’informazione sul Coronavirus”

    • “Quanti tamponi, mascherine si sarebbero potuti comparare con cinquantamila euro?”

Il sindaco Magnacca chiede tamponi per i medici e gli operatori sanitari

    • E a campione anche per gli asintomatici

Covid-19, Mario Pupillo consegna il ventilatore polmonare acquistato con i risparmi di bilancio

    • Si tratta di un apparecchio mobile di importanza fondamentale per i pazienti che hanno necessità di assistenza respiratoria

Continuano le donazioni per l’acquisto di unità intensiva per l’ospedale di Vasto

    • Anche l’Associazione senegalese di San Salvo ha annunciato che effettuerà un versamento per l’ospedale di Vasto attraverso il conto corrente attivato dalla Pilkington

Covid-19, a Ortona 28 casi: 15 solo nella contrada Caldari con 5 decessi. Il sindaco: “Chiediamo più attenzione e tamponi a tutti”

    • Il sindaco Leo Castiglione: “Adesso basta, dobbiamo assolutamente avere il quadro reale della situazione”

Il nostro Paese sta vivendo da giorni momenti duri, faticosi e preoccupanti. C’è un virus da arginare quanto prima e solo con la collaborazione di tutti ce la faremo.

Noi, chiamati ad informarvi, stiamo, nel nostro piccolo, cercando di informarvi quanto più possibile e sempre riportando notizie ufficiali da fonti istituzionali (Governo, Regione, Comuni, Azienda Sanitaria Locale e Forze dell’Ordine), e messaggi di sostegno e di solidarietà che ci giunge dai volontari.

Noi, come i nostri colleghi.

E da oggi noi, nel nostro piccolo, abbiamo deciso di raccogliere a fine serata e in un unico articolo le nostre notizie del giorno in merito al Coronavirus in modo da non doverle andare a cercare a destra e a manca sperando di fare cosa giusta.

Ma prima di far ciò  vorremmo rivolgere il nostro GRAZIE a quanti si stanno adoperando o stanno vivendo questo difficile momento.

GRAZIE ai medici, agli infermieri, agli operatori sanitari e a quanti prestano il loro servizio all’interno di un ospedale per quello che stanno facendo curando non solo quanti colpiti da Coronavirus ma anche i bisognose di cure non legate al Covid 19.

GRAZIE alle Forze dell’Ordine, tutte le Forze dell’Ordine, per i costanti controlli e presidi sul territorio affinchè tutte le disposizioni previste dal Dpcm vengano controllate. E non solo.

GRAZIE a tutti i Sindaci e agli amministratori che stanno predisponendo tutte le misure necessarie per salvaguardare la salute dei loro cittadini e nel contempo il corretto funzionamento della macchina amministrativa.

GRAZIE ai volontari, tutti i volontari, per il grande lavoro di supporto che stanno dando.

GRAZIE alle attività commerciali, alle imprese, a tutti gli operatori economici, che in questo momento in cui il loro lavoro è ridotto e/o sospeso, stanno diligentemente e senza polemiche adottando tutte le misure cautelari previste e non, con danni economici che difficilmente potranno recuperare.

GRAZIE ai lavoratori costretti a recarsi obbligatoriamente a lavoro perché in alcuni casi linee e macchinari non possono fermarsi.

GRAZIE ai Dirigenti scolastici e agli insegnanti che stanno portando avanti il programma scolastico con la “didattica a distanza”.

GRAZIE alle mamme e ai papà che con sacrifici stanno cercando di trovare il giusto equilibro tra lavoro e famiglia.

GRAZIE ai nonni che, seppur bisognosi di più attenzioni, supportano i figli nella gestione dei nipoti.

GRAZIE a tutti, sperando di non aver dimenticato nessuno.

Dal canto nostro, noi organi di informazioni, oltre ad informarvi siamo chiamati anche, come tutti gli Enti, a chiedervi di RIMANERE A CASA e di uscire solo in casi di necessità, di vera necessità.

Lo dobbiamo fare per noi e per gli altri. Ma riteniamo che vada fatto anche e soprattutto per tutti quei medici in prima linea che stanno mettendo a rischio la loro vita e quella dei loro familiari. Gli ospedali si stanno riempendo e alcuni sono già pieni. Evitiamo di ammalarci. Iniziamo a dar loro respiro.

E ai ragazzi diciamo: “Restate a casa. Tornerà il tempo delle feste, degli incontri, delle uscite”.

Oggi è, per tutti noi, il tempo delle responsabilità e del sacrificio. Vinceremo questa “battaglia” se ognuno di noi ci mette del proprio!

Questo messaggio sarà identico domani e nei giorni a seguire perché il nostro GRAZIE vale oggi come anche domani.

GRAZIE A TUTTI !

Ricordiamo inoltre che è a disposizione degli utenti il NUMERO VERDE 800 860 146 attraverso il quale i medici incaricati dalla Asl rispondono alle richieste di informazioni e danno indicazioni sulle misure per il contenimento del contagio. Il servizio è attivo 24 ore al giorno.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.