Banner Top
Banner Top

Concorso da dirigente, in 45 per un posto

Quarantacinque candidati per un posto da dirigente amministrativo da adibire al settore “Affari istituzionali e servizi alla persona”. Entra nel vivo il concorso indetto dal Comune dopo la precedente procedura di mobilità (obbligatoria per legge) andata deserta.  In questi giorni è stata nominata la Commissione esaminatrice che, presieduta da Vincenzo Toma, dirigente del I settore, è composta da Angela Erspamer, già segretario generale a Vasto, ora in servizio al comune di Montesilvano e da Annarita Iacopino, professore associato di diritto amministrativo all’Università Europea di Roma, già ricercatore presso l’Ateneo dell’Aquila.

Le funzioni di segretario verbalizzante verranno svolte da Teresa Spallini, istruttore amministrativo del comune di Vasto. Tale Commissione verrà integrata con due componenti esperti, per le prove di informatica e di lingua inglese  a cui i candidati devono sottoporsi.  Inutile dire che il Comune ha assoluta necessità di figure dirigenziali ridotte al lumicino dopo il pensionamento di Vincenzo Marcello che risale ormai a due anni fa e quello dell’architetto Michele D’Annunzio, il quale ha lasciato il Comune un anno dopo con “quota 100”.

Attualmente sono solo tre i dirigenti presenti in Municipio, a fronte di un organico che prevede cinque figure apicali. Sono: Toma, l’unico a tempo indeterminato, assunto con la procedura di mobilità il 12 giugno 2018, Stefano Monteferrante  e Luca Mastrangelo, entrambi a tempo determinato i quali resteranno in carica, alla guida dei rispettivi settori di competenza,  fino alla scadenza del mandato amministrativo del sindaco Francesco Menna.

Ed è proprio alla luce di tale carenza che nelle scorse settimane il Comune ha indetto un avviso di mobilità per un posto di dirigente a tempo indeterminato riservato al III settore, cioè promozione, opere pubbliche e sviluppo locale, di cui si occupa attualmente Mastrangelo.

L’avviso,  pubblicato all’albo pretorio on line,  aveva come termine di scadenza per la presentazione delle domande di partecipazione il 4 marzo. Nei prossimi giorni verrà reso noto il numero dei partecipanti. Quello della mobilità è un passaggio obbligato previsto dalla legge: se non dovesse rispondere nessuno il Comune dovrà indire il concorso pubblico. Nel frattempo vanno avanti le altre procedure concorsuali. Tra le più urgenti c’è quella relativa alla assunzione di 15 agenti di polizia municipale.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.