Banner Top
Banner Top

I consigli utili per comprare l’antifurto giusto per la casa

Proteggere la casa con un impianto di allarme è importante, ma le proposte a disposizione sul mercato sono così tante che non è semplice riuscire a orientarsi. Proprio per questo è sempre preferibile fare riferimento a una ditta specializzata, anche per avere la certezza che il dispositivo sia installato a regola d’arte: vale per l’antifurto perimetralecosì come per qualsiasi altro modello. Se proprio non si è intenzionati a spendere denaro per la manodopera, comunque, si può valutare l’ipotesi di montare l’impianto da soli, magari approfittando di uno dei kit presenti in commercio.

Come si installa un allarme

Nella maggior parte dei casi gli allarmi sono muniti di una centralina, che rappresenta il loro nucleo: cuore e cervello al tempo stesso. Gli eventuali cambiamenti che vengono riscontrati nell’ambiente, invece, sono rilevati dai sensori. Il suggerimento degli esperti è quello di montare la centralina in un posto che sia il meno possibile visibile: un angolo nascosto, dunque, ma non irraggiungibile, poiché deve comunque riuscire a ricevere i raggi del telecomando.

Le centraline non sono tutte uguali

Sono due le principali tipologie di centralina che è possibile distinguere: il modello wifi e il modello gsm. Nel primo caso è necessario che si proceda all’installazione nei paraggi di un router, in modo tale che possa essere garantito il collegamento con il cavo ethernet. In teoria, una volta che la centralina è stata installata il cavo può essere staccato, ma vale comunque la pena di tenerlo collegato: così, se anche il wifi dovesse funzionare male, l’allarme rimarrebbe comunque attivo. Nel caso del modello gsm, invece, l’installazione deve avvenire in un angolo in cui il cellulare prende bene, e comunque vicino a una presa elettrica.

Come vengono attivati i sensori

È decisamente semplice la modalità di attivazione dei sensori. Quando si ha a che fare con sensori wifi, non bisogna fare altro che scaricare un’app specifica sullo smartphone per poi procedere alla configurazione guidata con la rete di casa della centralina. Ancora più agevole è la procedura da seguire per i sensori gsm: in questa eventualità occorre inserire una sim al loro interno e usare il telecomando per attivarli. Va ricordato, comunque, che la sim in questione non è la stessa che viene utilizzata sul telefono.

I sensori per gli antifurti

Tra le tipologie di sensori che possono essere utilizzati per gli antifurti ci sono quelli volumetrici, progettati per essere installati negli ambienti esterni o in locali chiusi di grandi dimensioni. Essi permettono di monitorare eventuali anomalie ed emettono un segnale non appena viene riscontrato un movimento inconsueto. Nel caso degli impianti a microonde, invece, nell’ambiente vengono diffuse delle onde elettromagnetiche. I sensori fanno scattare l’allarme nel momento in cui si registra una variazione della frequenza provocata da un corpo estraneo. Infine ci sono i sensori per le porte e le finestre, come quelli magnetici: se vengono forzati, e quindi si separano, emettono un segnale che fa entrare in azione la sirena.

Gli antifurti perimetrali di Beta Elettronica

Merita di essere preso in considerazione l’antifurto perimetrale esterno di Beta Elettronica, che include sensori infrarossi a doppia tecnologia, telecamere con analisi video e barriere antifurto. Tra i nuovi sistemi di allarme di Beta Elettronica, esso si distingue per il monitoraggio costante che è in grado di garantire per tutti gli ambienti esterni. La presenza di soggetti non autorizzati può essere rilevata in tempo reale, così che sia possibile intervenire in modo tempestivo qualora ce ne fosse la necessità. Per saperne di più, basta andare sul sito dell’azienda e richiedere una consulenza diretta.

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.