Banner Top
Banner Top

M5S Vasto: “Il Comune di Vasto recupera crediti o discredito?”

Ci pervengono diverse segnalazioni da parte di cittadini che hanno ricevuto cartelle esattoriali per tasse o servizi non pagati, o presunti tali, negli anni precedenti. Le richieste di pagamento emesse dal Comune risultano però prive dei necessari riferimenti contabili ed il cittadino viene invitato a recarsi in Municipio per prendere visione diretta dei documenti. Gli uffici comunali quindi non sono in grado di comunicare ai cittadini, per corrispondenza e con esattezza, gli estremi delle bollette e degli importi contestati.

Questa inusuale prassi crea ai cittadini disagi facilmente immaginabili oltre che un anomalo lavoro per gli uffici che talvolta, come abbiamo già segnalato, non riescono a trovare i documenti, giacenti in chissà quale cassetto o piano di scrivania.

In alcuni casi i cittadini avevano pagato ed hanno avuto la sensazione che il Comune ci abbia provato…magari sperando nello smarrimento delle ricevute relative a pagamenti risalenti anche al 2014.

La causa principale di questi disagi è l’assoluta inefficienza del sistema informatico, lo stesso sistema, acquistato da quest’Amministrazione tre anni fa e che il Sindaco aveva presentato come estremamente efficiente ed economico.

Oggi sono tutti d’accordo che il sistema non funziona e chissà se a fine mandato quest’Amministrazione sarà in grado di lasciare al Comune un sistema informatico idoneo a risolvere i tanti attuali problemi degli impiegati e dei cittadini. Ne dubitiamo.

Il Sindaco ha rivendicato a merito della sua Amministrazione anche l’istituzione di una task force dedicata agli incassi ed al recupero dei crediti. Evidentemente le carenze del sistema informatico hanno bloccato anche questa iniziativa perché, alla prova dei numeri, i risultati appaiono molto
deludenti.

Il bilancio comunale del 2019 prevedeva infatti un recupero totale da evasione pari a 6 milioni di euro mentre a fine anno risultano incassati soltanto 900mila euro, la maggior parte dei quali dovuti all’ICI della piattaforma Rospo Mare B, e quindi ad un’unica pratica.

A fronte di questi mancati incassi superiori ai 5 milioni di euro ci chiediamo quali tagli ai servizi ed agli investimenti siano stati fatti per mantenere in piedi il bilancio 2019.

Ciò probabilmente spiega lo stato di abbandono in cui versa la Città e la mancanza di progetti ed iniziative diversi dalle solite feste paesane.

Il Comune di Vasto invece di recuperare crediti riesce soltanto ad aumentare il proprio discredito presso i cittadini, sempre più stanchi e delusi da una classe politica inerte ed interessata unicamente al balletto delle poltrone e delle relative indennità di funzione.

M5S Vasto

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.