Banner Top
Banner Top

Cupello: no ai sussidi, operaio denuncia il Comune

E’ tornato sulle barricate Antonio Forgione, 52 anni l’operaio edile di Cupello che due e anni fa si era legato davanti all’ufficio anagrafe del Comune e aveva minacciato di darsi fuoco. Il motivo? Vuole un sussidio o un lavoro. Ora è arrivato a denunciare il Comune che, a suo dire, gli nega pretestuosamente l’eventuale erogazione di fondi di assistenza o un lavoro dignitoso.

“Non so più cosa fare per essere ascoltato. Da tempo sono senza utenze e il Comune non riconosce il mio stato di bisogno. Ho saputo che nel corso dell’ultima riunione la commissione ancora una volta ha deciso di darmi un contributo per il pagamento delle ultime bollette ma non il sussidio. Non mi viene riconosciuto lo stato di necessità”.

Immediata è arrivata la replica del sindaco, Graziana Di Florio. «Mi spiace per Forgione, il Comune sta facendo per lui tutto quello che è possibile fare. Esistono un regolamento e una commissione che si occupano di individuare i casi più bisognosi. Il sindaco non ha nessun potere decisionale sulla concessione dei sussidi. La commissione di esperti esamina oggettivamente le richieste di sussidio seguendo criteri supportati da una documentazione. Forgione ha avuto accesso più volte ai contributi. Non può dire di essere stato abbandonato. Il Comune di Cupello è tranquillo e pronto a dimostrare in ogni sede di avere fatto il possibile per dare una mano all’operaio».

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.