Banner Top
Banner Top

Menna: “La proroga della chiusura del Tribunale non deve arrestare l’impegno fin qui portato avanti”

La proroga del chiusura del Tribunale di Vasto al 31 dicembre 2022? Una buona notizia, una boccata di ossigeno ma non ci fermeremo di certo qui. Restiamo convinti – ha affermato il sindaco Francesco Menna- che la soluzione migliore resti l’istituzione di “un Tribunale unico Lanciano-Vasto dislocato su entrambi i Comuni, con ripartizione di competenze con il solo obiettivo di evitare che un territorio così ampio (70 comuni dislocati su 1.733 km quadrati per una popolazione complessiva di 215.139 abitanti) e di grande importanza economica (50% del PIL industriale regionale) e geografica, resti privo di un necessario presidio giudiziario”.

Resta dunque in piedi come la soluzione migliore quella formulata e prospettata dai Sindaci delle Città di Vasto e Lanciano, condivisa dai rispettivi Ordini Forensi.

“Il differimento al 31 dicembre 2022 della chiusura del presidio di giustizia di Vasto, grazie all’ultima legge di stabilità – prosegue Menna – non deve arrestare l’impegno fin qui portato avanti da partiti politici, da comitati civici (penso al Comitato “Arcobaleno” dell’Avv. Angela Pennetta). Anzi vanno fatte valere, in tutte le sedi opportune, le buone ragioni che giocano a favore del mantenimento della sede. Il Tribunale di Vasto è – secondo l’Ufficio statistica del Consiglio Superiore della Magistratura – tra i più efficienti d’Italia: è in equilibrio il rapporto numerico tra i procedimenti chiusi e quelli sopravvenuti nel periodo compreso tra gennaio 2017 e marzo 2019.

L’efficienza di questo presidio, ancorché conclamata, necessita, però, di risorse finanziarie ed umane adeguate: preoccupano i pensionamenti in corso e che, quindi, si andranno a raggiungere a tutto il 2020. Una struttura ferma – conclude il primo cittadino – diventa inefficiente e, quindi, non costituirebbe un servizio all’altezza delle esigenze della collettività: a dirla con il procuratore Di Florio “staremmo solo ad allungare i tempi di una morte già annunciata”.

Laura Rongoni

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.