Banner Top
Banner Top

Un boato sveglia il centro: ordigno contro una casa

Un forte ha svegliato ieri mattina intorno alle 5 i residenti di viale D’Annunzio e via Alfieri. Pochi minuti dopo i carabinieri, avvisati dagli stessi residenti, si sono recati  nel condominio da cui è partita l’esplosione. Gli accertamenti dei militari, diretti dal tenente Luca D’Ambrosio,  sono durati diverse ore e secondo indiscrezioni pare sia stato lanciato un oggetto esplodente, forse un grosso petardo o un raudo, sul balcone al primo piano di un condominio, ma le bocche degli investigatori sono comunque cucite.

L’ennesimo atto vandalico o quel botto era indirizzato contro qualcuno in particolare? Al momento non è si sa. Sono in corso le indagini da parte degli investigatori. Ma a far propendere molti cittadini verso la seconda ipotesi c’è un fatto inquietante. Qualche settimana fa un incendio ha distrutto la vettura di un congiunto del proprietario del balcone sul quale è stato gettato il grosso raudo.

L’incendio dell’auto è stato denunciato e sono in corso indagini da parte delle forze dell’ordine. Se i due episodi sono collegati al momento non è è possibile saperlo.

Il proprietario dell’appartamento finito ieri mattina nel mirino, assicura di non avere ricevuto minacce, nè immagina chi possa aver compiuto il gesto. I carabinieri hanno prelevato tracce della sostanza pirica che ha originato la deflagrazione e il materiale è stato consegnato ai laboratori per le analisi del caso

Di grande aiuto potrebbero essere le telecamere di alcune attività commerciali della zona.

Paola Calvano

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.