Banner Top
Banner Top

Manca il personale, multe e atti giudiziari senza consegna

Mancano i messi notificatori ed un ufficio nevralgico rimane chiuso per diverse giorni, creando disagi e disservizi. Succede in Comune dove la carenza di personale si fa sentire anche ai piani superiori e, nello specifico, all’ufficio notifiche. Molti gli atti in giacenza. Si tratta di provvedimenti importanti come multe, cartelle esattoriali, atti giudiziari ed ordinanze che, in caso di ritardo o di mancata consegna, possono causare il  pagamento di sanzioni e di interessi di mora. A segnalare la situazione dell’ufficio che, dopo il pensionamento di alcuni addetti, conta tre dipendenti sono le minoranze consiliari.

L’ufficio notifiche nei giorni scorsi è rimasto chiuso e deserto, creando disagi e notevoli disservizi”, dicono Vincenzo Suriani,  Francesco Prospero,  Guido Giangiacomo,  Edmondo Laudazi e  Alessandro d’Elisa, “il personale è spesso assente, gli atti sono in giacenza da tempo immemore e i  cittadini che hanno segnalato questa situazione,  sono infuriati e  terrorizzati dal rischio di  incorrere in qualche sanzione per non aver potuto ritirare gli atti presso l’ufficio notifiche della casa comunale. Non è chiaro cosa intendano fare Menna & company di fronte a questa e ad altre gravi situazioni, che denotano una vera e propria emergenza, costante e permanente. Ci auguriamo”, proseguono i rappresentanti del centrodestra, “ che l’amministrazione dell’emergenza perpetua ripristini il servizio notifiche in modo efficiente, prima che i cittadini di Vasto subiscano gravi conseguenze fiscali e patrimoniali, dovute al malfunzionamento di questo ufficio cruciale e importante per un ente delle dimensioni come il comune di Vasto”, concludono i cinque consiglieri di opposizione che puntano l’indice anche contro la dirigenza “il cui primo pensiero è la distribuzione di premi e prebende ai funzionari”.

L’amministrazione comunale, dal canto suo, promette nuove assunzioni.

“Sono in corso le procedure concorsuali per il reclutamento di diverse figure professionali, tra cui quelle dei messi notificatori”, replica il sindaco Francesco Menna alle prese, con gli altri colleghi della giunta, con uffici svuotati dai pensionamenti. Diversi i dipendenti che in questi mesi sono stati collocati a riposo usufruendo di “quota cento”.

Tra questi anche un dirigente, l’architetto Michele D’Annunzio. Anche in questo caso è in fase di espletamento un concorso. Molte sono le procedure avviate e non ancora definite. In questi giorni sono stati pubblicati all’albo pretorio on line dell’ente i calendari delle prove d’esame per la selezione di un elettricista, un cantoniere, un escavatorista ed un idraulico, tutti da assumere con contratto a tempo pieno ed indeterminato.

Anna Bontempo (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.