Banner Top
Banner Top

Patto tra Pd, Lega e M5S per fermare la crisi idrica

Un’alleanza con tutte le istituzioni, dalla Regione Abruzzo al Governo nazionale, per attrarre risorse finanziarie da utilizzare per una serie di interventi, compresi l’ammodernamento e la distrettualizzazione delle reti distributrici. E’ con questo obiettivo che il consiglio comunale ha approvato una risoluzione presentata dal centrosinistra e votata anche dalla Lega e dal Movimento 5 stelle, sulla emergenza idrica causata dalle condotte colabrodo.

E’ stato invece bocciato il documento proposto da cinque consiglieri del centrodestra. L’argomento è stato al centro del dibattito in aula culminato con l’audizione del presidente della Sasi, Gianfranco Basterebbe che ha dovuto rintuzzare gli attacchi delle minoranze. Alla fine della discussione è stata approvata la risoluzione che prevede l’adeguamento di alcune opere di captazione al fine di aumentare la quantità della risorsa idrica disponibile; l’ulteriore aumento della disponibilità idrica attraverso la potabilizzazione di acque di risulta sui fiumi Sangro e Trigno; la realizzazione di nuove condotte di interconnessione tra i diversi sistemi acquedottistici gestiti; il potenziamento degli interventi di ricerca perdite, in modo particolare nelle aree più sofferenti (Vasto, San Salvo ed Alto Vastese) e l’ammodernamento e la distrettualizzazione delle reti distributrici .

“I cittadini sanno bene che la problematica della carenza idrica di Vasto è dovuta prevalentemente alla vetustà delle reti sottostanti con perdite pari al 70% e  alla mancanza di potabilizzatori sul versante dei fiumi Verde, Sangro e Trigno”, dice il sindaco Francesco Menna,a fronte di questa situazione preme sottolineare a caratteri cubitali che con soddisfazione si è lavorato insieme ai rappresentanti della Lega e del Movimento cinque stelle ad un documento sulla crisi idrica che fissa degli obiettivi importanti per la città. Abbiamo chiesto una Santa Alleanza con tutte le istituzioni, dalla regione Abruzzo a guida centrodestra e Governo nazionale per attrarre risorse”.

Per Vincenzo Suriani, Alessandro d’Elisa, Francesco Prospero, Guido Giangiacomo e Edmondo Laudazila maggioranza  non è stata in grado di fare prevalere l’interesse dei vastesi su quelli della sua parte politica: noi continueremo a vigilare per evitare gli aumenti tariffari”.

Anna Bontempo (Il Centro)

 

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.