Banner Top
Banner Top

Export Abruzzo giù, -1,9% nel 2019

L’export abruzzese va giù: dopo cinque anni di vacche grasse, con il vento in poppa dell’automotive a trainare tutto il resto, l’Abruzzo si ritrova nei primi sei mesi del 2019 a fare i conti con il segno ‘meno’ davanti alle cifre che connotano il commercio dei prodotti verso l’estero: tutto, nonostante il settore mezzi di trasporto continui a macinare successi.

In valori percentuali, l’export abruzzese ha segnato una flessione dell’1,9%: dato in controtendenza con quello nazionale che è cresciuto del 2,7%. E va pure ricordato che nel 2018 l’export abruzzese segnò un incremento del 5,1%.

“E’ accaduto stavolta – spiega l’indagine realizzata per la Cna Abruzzo da Aldo Ronci su dati Istat – che gli incrementi delle produzioni legate a quattro o due ruote non compensino più le perdite di tutti gli altri comparti: Nel primo semestre del 2018 l’export abruzzese ammontava a 4.467 milioni di euro, mentre nel primo semestre di quest’anno è stato di 4.383, registrando una flessione di 84 milioni di euro”. (Ansa)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.