Banner Top
Banner Top

Pilkington e Denso in crisi, ora scatta lo stop

Ordinativi in calo. La Pilkington si ferma per 10 giorni e la Denso annuncia per tredici settimane la settimana corta in alcuni reparti per i prossimi tre mesi. Il calo di ordinativi del settore auto è sempre stato fisiologico nell’ultimo trimestre di ogni anno. La frenata del 2019 però va oltre le aspettative e racconta di crisi e di disagi che potrebbero ripercuotersi sul settore metalmeccanico del Vastese.

Alla Pilkington, se il Mise non risponderà a breve, 55 lavoratori riceveranno il 24 settembre  altrettante lettere di licenziamento. Intanto prima di quella data gli impianti si fermeranno per 10 giorni: uno stop forzato.

Alla Denso per le prossime 13 settimane, sono in programma 13 giorni di cassa integrazione che saranno fatti ogni venerdi nei reparti che producono gli alternatori A115 e i tergicristalli.

I sindacati mantengono per il momento un atteggiamento cauto ma cercano di tenere sotto controllo la situazione: ” Quello che preoccupa di più è il futuro”, dice Primiano Biscotti (Cisl).

Alla denso, fra un mese è previsto un incontro con l’azienda per verificare i programmi e soprattutto cominciare a parlare di quello che accadrà nel 2022 con l’avvento delle auto elettriche. Da un anno alla Denso non si faceva ricorso agli ammortizzatori sociali.

Per l’azienda è un periodo di grandi cambiamenti ma anche attese. In questo momento particolarmente delicato per il settore industriale, in gioco c’è il futuro dello stabilimento di San Salvo. “La politica”, invocano le tute blu “dovrebbe pensare di più al futuro dello stabilimento e promuovere iniziative e incontri che riescano a gettare le basi per un piano industriale che miri a garantire lo sviluppo di San Salvo».

Fino a quando però Denso non deciderà ufficialmente di produrre a San Salvo i nuovi motori elettrici , ci saranno i timori di un futuro meno felice. Il mercato dell’auto sta subendo una trasformazione epocale: presto le auto a benzina saranno sostituite dalle auto elettriche. Le aziende del settore metalmeccanico stanno rinnovando e adeguando gli impianti. Dalla Denso di Piana Sant’Angelo non arrivano notizie di investimenti. Il futuro è ancora una grossa incognita.

Il capogruppo regionale del Pd Silvio paolucci chiede un intervento della Regione: “Vanno trovate soluzioni”, dice, “continuo a ritenere assurdo che domani il presidente della Regione Marco Marsilio si rechi a Roma rispondendo all’appello della Meloni e di Fratelli d’Italia mentre dovrebbe affrontare i problemi del lavoro così urgenti nel Vastese e mettere fine ai litigi interni alla sua Giunta sulla questione lavoro”.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.