Banner Top
Banner Top

Vasto, riparte la battaglia per salvare il tribunale

Settembre, riprendono le udienze e le consultazioni a Roma in difesa del tribunale di Vasto. Gli avvocati vastesi che per mesi sono stati sulle barricate per difendere il tribunale, la legalità e la sicurezza del territorio, riprenderanno presto nella capitale le consultazioni interrotte durante il periodo estivo. Superata la crisi di governo, la riconferma al ministero della Giustizia di Alfonso Bonafede è stata accolta con favore dal presidente del Consiglio dell’ordine forense vastese, l’avvocato Vittorio Melone.

“Nei giorni scorsi”, dice il presidente Melone “L’onorevole Elisa Scutella’ ci aveva già confermato che a settembre ci sarebbero state le audizioni da parte dell’intergruppo parlamentare. La formazione del nuovo governo che vede la conferma del ministro Alfonso Bonafede mi induce ad essere ottimista e a ritenere che le cose non siano cambiate ma anzi la interlocuzione avviata potrà evolvere già attraverso la prossima audizione dell’ordine degli avvocati di Vasto”.

Il Tribunale di Vasto destinato a chiudere nel 2014, grazie al decreto sul terremoto ha ottenuto prima una proroga al 2018, poi al 2020 e nei mesi scorsi al 2021. Il 2019 è stato un anno di lotte e iniziative in difesa del presidio. A marzo 2019 oltre alle iniziative del Consiglio dell’ordine a Vasto è nato un Comitato per la salvezza del Tribunale presieduto dall’avvocato Angela Pennetta. Il 21 marzo il comitato e i sindaci del territorio sono andati in trasferta a manifestare a Roma in difesa del presidio. La decisione non è stata condivisa dal presidente Melone che ha preferito seguire la via degli incontri istituzionali.

Nel mese di giugno anche il presidente del Tribunale, Bruno Giangiacomo è intervenuto in difesa del tribunale istoniense andando a Roma con il procuratore Giampiero Di Florio. L’ordine vastese prima delle ferie estive ha ottenuto rassicurazioni sul futuro. Presto una delegazione tornerà al ministero. Il presidente, Vittorio Melone, ha più volte ribadito che in un territorio che è teatro di un preoccupante incremento di fenomeni criminosi, la permanenza del Tribunale è essenziale. Il 6 luglio gli avvocati si sono riuniti in assemblea nel palazzo di giustizia per valutare la situazione. Entro settembre saranno verificate le risposte del governo per decidere poi cosa fare. Importante si è rivelato l’incontro con il sottosegretario alla giustizia, Vittorio Ferraresi.

Soddisfatto anche il sindaco di Vasto, Francesco Menna. che ha ribadito che anche l’amministrazione proseguirà il proprio impegno per salvaguardare il tribunale e la procura, “Presidi di legalità indispensabili “, ha detto Menna “per garantire la sicurezza della città e del territorio”.

Paola Calvano (Il Centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.