Banner Top
Banner Top

Bruciati i cassonetti in strada, caccia ai teppisti

Un atto vandalico, l’ennesimo danno all’ intera comunità. Così i residenti del quartiere a ridosso di via Monte Rosa commentano il gesto che si è verificato poco le due di domenica notte. Alcuni sconosciuti hanno incendiato i cassonetti. L’intervento immediato dei vigili del fuoco di Vasto ha evitato danni più gravi. Le forze dell’ordine stanno facendo il possibile per ricostruire cosa sia accaduto nella zona poco prima delle 2, l’ora in cui è stato lanciato l’allarme. Al momento non è scartata neppure l’accidentalità dell’episodio. Resta la gravità del fatto. Fortunatamente, come detto, il tempestivo intervento dei vigili del fuoco ha evitato il peggio. Certo è che quanto accaduto in via Monte Rosa è solo l’ultimo di una serie di atti vandalici che sta danneggiando la città e la riviera. Una settimana fa erano stati presi di mira i bagni pubblici di via Tre segni e le ringhiere di Vasto marina.

“Nonostante “, aveva commentato il sindaco Francesco Menna ” i nostri continui sforzi per migliorare i servizi e rendere Vasto più accogliente, si ripetono gesti da condannare con fermezza. Mi chiedo a chi possa giovare creare queste condizioni».

I precedenti ci sono, e non sono pochi. Oltre alla gang di ladri-vandali che rubano nelle vetture, recentemente sono stati danneggiati anche i parchi pubblici. In città, sono diverse le pensiline e i vasi ornamentali che sono state distrutti dai vandali. Purtroppo nessuno li vede e nessuno aiuta il Comune a dare un nome agli autori. Se identificati rischiano fino ad un anno di arresto e 309 euro di multa, oltre al risarcimento del danno. A sancirlo è l’articolo 635 del codice penale. La pena diventa più severa se i danni vengono procurati (come nel caso delle pensiline) al patrimonio pubblico. Eppure i teppisti sfidando le istituzioni e le forze dell’ordine continuano a mortificare la città e i cittadini. Gli scellerati si divertono a distruggere. Gli atti vandalici non hanno risparmiato nulla in questi mesi: fontane, palazzi, bagni pubblici ,fioriere. Il problema a Vasto sta assumendo contorni estremamente preoccupanti.

Paola Calvano (il centro)

Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli
Griglia in fondo agli articoli

Related posts

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.